Sostanze cancerogene: i prodotti e le attività che provocano il cancro

Vediamo di seguito un elenco di sostanze cancerogene, alimenti, prodotti e attività che possono provocare l'insorgere o lo sviluppo del cancro nell'uomo

da , il

    oli minerali non trattati

    Quali sono le sostanze cancerogene, i prodotti e le abitudini che provocano il cancro? Se la lotta ai tumori è diventata più efficace grazie alla scoperta di una proteina che è ritenuta alla base della proliferazione della massa tumorale, purtroppo l’esposizione a contaminanti e l’assunzione di altre sostanze ‘a rischio’ ci rendono ancora vulnerabili. Ecco perché è molto importante conoscere (ed evitare) i cibi e tutte quelle sostanze, o attività, che possono provocare il cancro. Vediamo di seguito le principali.

    Telefoni cellulari e ripetitori

    smartphone

    Da uno studio iniziato nel 2015 e concluso nel 2018, realizzato in Italia dall’Istituto Ramazzini di Bologna, si ha la conferma che i telefonini possano provocare il cancro al cervello e neoplasie al cuore. Gli studiosi hanno accertato che un’esposizione prolungata ai campi elettromagnetici generati dalla telefonia mobile può essere causa di alcune forme di tumore. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista internazionale ”Environmental Research”.

    Luce blu

    Esposizione notturna alla luce blu possibile aumento dei rischi di tumore al seno e alla prostata

    L’esposizione notturna alla luce blu può provocare un aumento nel rischio di sviluppare un tumore al seno e alla prostata. Si tratta di un inquinamento luminoso dovuto alla luce artificiale. Quella appartenente allo spettro blu può ridurre la produzione e la secrezione di melatonina.

    Cibo spazzatura

    cibo spazzatura abitudini invecchiare

    Alimentarsi con cibo spazzatura nuoce al nostro organismo, dato che può far sviluppare il cancro. Un nuovo recente studio mostra come mangiare cibi industriali troppo lavorati e ricchi di conservanti e additivi aumenta il rischio di cancro.

    Tinture per capelli

    tintura

    Gli esperti hanno lanciato l’allarme sulla correlazione tra tinture per capelli e cancro al seno. Secondo uno studio, le donne che si tingono molto frequentemente i capelli hanno un rischio aumentato del 14% di contrarre un tumore al seno.

    Sigarette elettroniche

    SIGARETTE ELETTRONICHE

    Che il fumo della sigaretta fa male alla salute è noto, ma uno studio recente mostra che anche aspirare le sigarette elettroniche provoca danni al DNA e una maggiore possibilità di sviluppare tumori.

    Virus

    VIRUS

    Anche i Virus causano il cancro, lo dice l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, spiegando che più del 15% dei tumori è collegato a infezioni provocate da virus.

    Inquinamento

    Lo smog che caratterizza spesso l’aria delle nostre città e che determina delle alte forme di inquinamento può essere un fattore di rischio per lo sviluppo dei tumori dell’apparato respiratorio.

    Carni rosse

    sostanze cancerogene 150x150

    Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il consumo di carne lavorata aumenterebbe il rischio di sviluppare il tumore al colon. L’Airc, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro spiega che è nocivo “un consumo eccessivo di carni rosse, soprattutto di carni rosse lavorate (salumi, insaccati e carne in scatola), che aumenta il rischio di sviluppare alcuni tumori”. Il rischio dipende dalla “quantità e frequenza dei consumi”.

    Radiazioni solari

    Come ribadito anche dall’International Agency for Research on Cancer, l’esposizione eccessiva e prolungata ai raggi ultravioletti può essere la causa dello sviluppo di forme di cancro alla pelle. Attenzione all’esposizione ai raggi solari, dunque, proteggetevi con adeguate creme solari protettive.

    Alcool

    L’abuso di bevande alcoliche è un’altra causa tipica che fa aumentare il rischio di sviluppare un tumore che interessa soprattutto l’apparato gastrointestinale.

    Fumo

    Il fumo è una delle principali cause di tumore al polmone nel mondo.

    Gas di scarico

    In particolare bisognerebbe fare molta attenzione ai gas di scarico emessi dai motori diesel, altro potenziale pericolo per lo sviluppo dei tumori soprattutto a carico dell’apparato respiratorio.

    Pesce salato

    Il pesce salato è fra quegli alimenti che potrebbero essere correlati allo sviluppo dei tumori. In generale le diete ricche di pesce crudi o di alimenti in salamoia possono aumentare il pericolo di incorrere nel cancro rinofaringeo.

    Tabacco da masticare

    Alcuni tipi di tabacco, come, per esempio, quello da masticare, sono delle sostanze altamente correlate allo sviluppo del cancro.

    Radiazioni X

    L’esposizione alle radiazioni X o a quelle gamma può rappresentare un pericolo: esiste una correlazione con lo sviluppo dei tumori.

    Pittura

    Molti studi hanno rintracciato una correlazione tra il lavoro di pittore e l’incidenza dei tumori. La causa potrebbe consistere nell’esposizione al benzene mescolato con altri solventi usati per la pittura.

    Pece

    La pece derivata dal catrame di carbone è un’altra di quelle sostanze che espone al rischio di sviluppo del cancro.

    Talco

    Attenzione anche al talco che contiene fibre asbestiformi. Anche queste sono delle sostanze pericolose.

    Noci di betel

    La masticazione delle noci di betel può favorire la comparsa del carcinoma della bocca.

    Calzaturifici

    L’esposizione ad agenti tipici dei calzaturifici, come la polvere di cuoio, il benzene e altri solventi, può provocare il cancro.

    Gassificazione del carbone

    La gassificazione del carbone è un processo chimico che permette di trasformare del materiale ricco di carbonio in monossido di carbonio, idrogeno e altri composti. Anche questo processo può provocare il cancro.

    Produzione dei mobili

    I processi che portano alla produzione dei mobili, secondo le ultime statistiche, determinerebbero un incremento del cancro al naso. La causa sarebbe da rintracciare nell’esposizione alla polvere di legno.

    Produzione di tintura magenta

    Alcuni procedimenti industriali, in cui sono impiegate sostanze chimiche, come la produzione della tintura magenta, possono essere potenzialmente pericolosi.

    Produzione della gomma

    Anche chi lavora nell’industria della gomma è a rischio tumore. E’ stato appurato che il processo di lavorazione del materiale elastico può determinare l’insorgenza del cancro.

    Aflatossina

    Secondo alcune ricerche scientifiche, le miscele di aflatossina, delle micotossine prodotte da alcune specie funghine che appartengono alla classe degli Ascomiceti, possono provocare l’insorgenza dei tumori.

    Combustione del carbone

    Attenzione anche alle emissioni derivanti dalla combustione del carbone utilizzato in ambito domestico. Sono pericolosi anche i vecchi caminetti a carbone.

    Oli minerali non trattati

    Anche gli oli minerali non trattati possono essere pericolosi per la nostra salute, configurandosi come sostanze cancerogene.

    Piante con acido aristolochico

    Alcune piante, che spesso vengono usate nella medicina tradizionale cinese, contengono acido aristolochico, una sostanza potenzialmente cancerogena.

    Spazzacamini

    Anche gli spazzacamini sono a rischio tumori, a causa delle possibili inalazioni e ingestioni di carbone, di fumi e di residui di legno bruciato.

    Arsenico nell’acqua potabile

    L’acqua potabile contaminata con arsenico può portare allo sviluppo del cancro. L’arsenico è, infatti, un elemento tossico noto per causare il tumore al fegato, ai polmoni, ai reni, alla vescica e alla pelle.

    Produzione di alluminio

    I processi chimici che portano alla produzione di alluminio sono potenzialmente pericolosi, perché possono portare allo sviluppo dei tumori.

    Produzione di auramina

    L’auramina è un colorante giallo oro, che si usa per tingere la seta, la lana e il cotone. Anche la produzione di questo colorante comporta dei rischi per la salute.