Primarie Partito Democratico

Le Primarie PD 2017 si terranno il 30 aprile e sarà l’occasione per gli elettori e i simpatizzanti del partito di eleggere il nuovo segretario. Dopo le dimissioni da premier a seguito della sconfitta al referendum del 4 dicembre, Matteo Renzi si è dimesso da segretario del PD, aprendo al congresso. Tre gli sfidanti: oltre all’ex premier, alle primarie PD 2017 si sono candidati Michele Emiliano, governatore della Puglia ed esponente della minoranza che ha deciso di sfidare Matteo Renzi dopo aver paventato la scissione insieme ai fuoriusciti di MDP, e Andrea Orlando, attuale ministro della Giustizia e rappresentante dell’ala più a sinistra dei dem. Le votazioni avverranno nel corso di tutta la giornata e si terranno con le regole stabilite dallo Statuto, con il voto degli iscritti e quello dei simpatizzanti che si dovranno recare nelle urne aperte in diversi sedi in tutta Italia. Sarà poi il congresso a ratificare la vittoria e a proclamare il prossimo 7 maggio il vincitore delle primarie PD 2017.

Primarie PD 2017: rinvio possibile dopo l’infortunio di Michele Emiliano?

Primarie PD 2017: rinvio possibile dopo l’infortunio di Michele Emiliano?

Ci sarà il rinvio delle Primarie PD dopo l'infortunio di Michele Emiliano in Calabria? Il futuro dello sfidante di Renzi e Orlando è incerto. Dalle liste delle Primarie Pd di Lombardia e Liguria Emiliano è già stato escluso e Boccia ha parlato di rinvio per ricorso. Vediamo come stanno le cose

Pagina 1 di 3