Silvio Berlusconi: “Conte un burattino, Di Maio inclassificabile. Italiani vergognatevi”

Dalla trasmissione 'Stasera Italia' di Rete 4 l'ex premier se la prende anche con gli elettori: "Italiani svegliatevi, siete fuori di testa, è colpa vostra se non mi avete dato il 51%"

Pubblicato da Lorena Cacace Giovedì 14 febbraio 2019

Silvio Berlusconi: “Conte un burattino, Di Maio inclassificabile. Italiani vergognatevi”
Silvio Berlusconi, ospite del programma di Rete4 "Stasera Italia"/Ansa

Conte un burattino, Di Maio inclassificabile e gli italiani si devono vergognare per il loro voto. Silvio Berlusconi interviene nell’aspra polemica nata dalle parole di Guy Verofhstadt, leader belga dei Liberaldemocratici dell’Alde, che ha apostrofato il premier Giuseppe Conte al Parlamento Europeo. Dal salotto televisivo di “Stasera Italia” su Rete 4, il leader di Forza Italia, a sua volta citato nel discorso come “origine” del “malgoverno” italiano, questa volta sembra appoggiare le parole dell’europarlamentare e anzi attacca il governo M5S/Lega, riservando parole durissime soprattutto verso Luigi Di Maio, definito “inclassificabile”, ma anche verso gli italiani che non votano più Forza Italia e che si devono “vergognare” di questo governo.

“Siamo isolati e disprezzati da tutti i governi europei”, ha commentato l’ex premier riferendosi alla definizione di “burattino” data da Verofhstadt di Conte. Pur non essendosi trovato d’accordo tante volte, questa volta il politico belga “ha dichiarato quello che pensano gli uomini di governo di tutta l’Europa”.

Io amo l'Italia, laddove è nata la nostra civiltà europea. Mi fa male vedere tale degenerazione politica.

Io amo l'Italia, laddove è nata la nostra civiltà europea. Mi fa male vedere tale degenerazione politica.

Pubblicato da Guy Verhofstadt su Mercoledì 13 febbraio 2019

Alla domanda su cosa pensa lui dell’attuale presidente del Consiglio, Berlusconi risponde che “Conte é una brava persona, sa baciare bene la mano alle signore, veste bene, fa bene finta di essere lui a capo del governo”, mentre sul vicepremier grillino è durissimo. “Di Maio invece ha un solo talento, sorridere e dire bugie in tv. È inclassificabile”.

L’ex premier punta poi il dito contro gli elettori stessi che hanno la colpa di non avergli mai dato “il 51% dei consensi” alle elezioni.” Italiani, siete tutti fuori di testa. Come si fa a ragionare così? Svegliatevi, siete una vergogna”, tuona dalla trasmissione di Rete 4.

Il riferimento è alle ultime elezioni in Abruzzo che hanno visto il trionfo della destra e della Lega con un alto tasso di astensionismo. “Anche l’Abruzzo lo dimostra, il 50% sono rimasti a casa, meno del 10% ha votato il M5S, ma come si fa a ragionare così pensando al proprio futuro, a quello del proprio Paese? Italiani svegliatevi, siete attualmente completamente ciechi rispetto a quello che accade in questo Paese. Siete una vergogna. Lo dico a quelli che non votano e anche a quelli che votano male”.

Secondo Berlusconi, l’alleanza gialloverde non è destinata a durare a lungo. “Noi vogliamo continuare l’alleanza con la Lega in Italia e in Europa, speriamo che l’atteggiamento cambi: pensiamo che i fatti faranno cambiare idea a Salvini, che condivide le responsabilità con M5S e continuando così perderebbe molti voti”.

Infine un commento sugli avversari politici a partire dal manifesto europeista dell’ex ministro Carlo Calenda, “mai conosciuto di persona” ma di cui “ho condiviso molti punti”, fino a Matteo Renzi, definito “una grande speranza, che non è continuata”.