Vaccini, Grillo firma il Patto per la Scienza proposto da Burioni

Pubblicato da Redazione NanoPress Giovedì 10 gennaio 2019

Vaccini, Grillo firma il Patto per la Scienza proposto da Burioni
Ansa

L’immunologo Roberto Burioni ha proposto un “Patto per la Scienza”, un documento a sostegno della ricerca scientifica e volto a contrastare pseudomedicina, fanatismi e mode fai da te. La notizia è che fra i firmatari ci sia anche Beppe Grillo. L’annuncio è stato fatto dallo stesso Burioni sul suo sito Medicalfacts.it e poi confermato da Beppe Grillo tramite Twitter.

“Oggi è successa una cosa molto importante: Beppe Grillo (sul suo blog) e Matteo Renzi hanno sottoscritto (insieme a molti altri), un patto a difesa della scienza”, ha scritto il medico. “Perché ci si può dividere su tutto, ma una base comune deve esserci. Perché non ascoltare la scienza significa non solo oscurantismo e superstizione, ma anche dolore, sofferenza e morte di esseri umani”.
Chi firma il patto si impegna a “sostenere la Scienza come valore universale di progresso dell’umanità, che non ha alcun colore politico” ed anche a “governare e legiferare in modo tale da fermare l’operato di quegli pseudoscienziati, che, con affermazioni non-dimostrate e allarmiste, creano paure ingiustificate tra la popolazione nei confronti di presidi terapeutici validati dall’evidenza scientifica e medica”.

La notizia è degna di nota perché segna un cambiamento nell’atteggiamento di Grillo nei confronti dei vaccini. Ricordiamo ad esempio uno spettacolo del 1998 in cui Grillo paragonava i vaccini ai gratta e vinci obbligatori e un articolo sul blog beppegrillo.it del 2010 intitolato “Di vaccini si può morire”.
Le posizioni di alcuni esponenti 5 Stelle sono spesso state contrarie a quelle della medicina: ricordiamo i convegni organizzati dai parlamentari Bartolomeo Pepe e Adriano Zaccagnini (poi usciti dal Movimento per altri motivi). E come dimenticare le esternazioni della senatrice Paola Taverna, la quale ha richiamato alla memoria i tempi della sua infanzia quando i bambini venivano portati dai cugini malati di morbillo e varicella per venire infettati.
Qui sotto un filmato tratto da un vecchio spettacolo: