M5S offre lavoro: si cercano esperti per la commissione Via-Vas

Chi vuole candidarsi a membro della Commissione può visionare tutti i documenti relativi presenti sul sito del Ministero dell'Ambiente seguendo il nostro link

Pubblicato da Kati Irrente Giovedì 29 novembre 2018

M5S offre lavoro: si cercano esperti per la commissione Via-Vas
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa. ANSA

Sul sito grillino ilblogdellestelle.it è apparso un annuncio destinato al reclutamento di esperti da inserire nell’organico della nuova VIA VAS. Quella commissione – si spiega – che verifica l’impatto ambientale delle opere che devono e possono essere costruite sul nostro territorio. L’annuncio inizia così: ”A.A.A. Massimi esperti cercansi! Ingegneri, avvocati, medici, esperti ambientali ed economisti con un comune denominatore: l’ambiente”. Scopriamone di più.

Alla ricerca dei ‘migliori profili italiani’

Sul blog a cinque stelle, il reclutamento è segnalato direttamente dal ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare nel governo Conte, Sergio Costa, che si appella ai lettori: “Voglio che sia la Commissione migliore che questo Paese abbia mai avuto. Appena insediatomi, uno dei primi atti è stato quello di mandare via la Commissione precedentemente nominata e definita illegittima dalla Corte dei Conti. E per la prima volta ho voluto che essa fosse obbligatoriamente composta anche da medici, economisti, ingegneri oltre che da avvocati. Candidatevi e passate parola”.

Ma occhio a seguire il link fornito da Costa, perché non porta da nessuna parte, forse è stato inserito con troppa fretta e si è verificato qualche errore.

Chi vuole candidarsi a membro della Commissione può visionare tutti i documenti relativi al bando direttamente sul sito del Ministero dell’Ambiente, al link che vi segnaliamo qui.

Le candidature saranno accettate fino al 9 dicembre.

Come verranno scelti i candidati

Come si procederà a scegliere le figure adatte? Si legge sul sito ”Un comitato istruttorio, formato da 5 professori universitari esamineranno i curricula e le esperienze professionali in maniera oggettiva chiedendo anche eventuali delucidazioni e chiarimenti. Possono candidarsi medici, esperti di ambiente, economisti, geologi, urbanisti, biologi, naturalisti, chimici, che sapranno valutare al meglio e complessivamente l’impatto ambientale delle opere medio-grandi”.