La moglie di Adinolfi: ‘Se la tirava, ho dovuto corteggiarlo tantissimo’

Pubblicato da Redazione NanoPress Giovedì 18 ottobre 2018

La moglie di Adinolfi: ‘Se la tirava, ho dovuto corteggiarlo tantissimo’
Mario Adinolfi / Ansa

“Se l’è tirata, ha fatto il prezioso!” Sedurre Mario Adinolfi è un’impresa, parola della moglie Silvia Pardolesi che si è lasciata intervistare dai microfoni di Radio2 nel corso della trasmissione “I Lunatici” di Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Mario Adinolfi è il presidente del partito Il Popolo della Famiglia, che alle Politiche 2018 ha ottenuto lo 0,67% alla Camera e lo 0,70% al Senato, senza ottenere quindi alcun seggio.

Torniamo all’intervista di Silvia Pardolesi: “Io e lui ci siamo conosciuti grazie a me. Ho dovuto corteggiarlo un sacco di tempo prima di convincerlo ad incontrarci. Se l’è tirata, ha fatto il prezioso”, ha confessato la moglie di Mario Adinolfi.

L’intervista poi scivola su temi più intimi: “Non sono arrivata vergine al matrimonio con lui, ho conosciuto Mario che ero già un po’ più grandina, e lui era stato già sposato”.

Adinolfi è un cattolico praticante e Silvia Pardolesi svela il rapporto dei credenti con il sesso: “È bene precisare che in una coppia cattolica il sesso non è un tabù, pensarlo è una cosa sbagliata. Anzi, le coppie cattoliche sono quelle che fanno più figli”.

Silvia Pardolesi ha poi detto la sua sulle vicissitudini sessual/sentimentali di Diego Fusaro e della compagna: “Sono rimasta stupita, la questione della verginità è una cosa seria per chi crede ai valori cristiani. Invece i coniugi Fusaro l’hanno buttata in burla ed è una cavolata. Magari lui ha fatto il nuovo libro e aveva bisogno di un po’ di visibilità. Gli auguro comunque un felice matrimonio, sperando che non sia uno scherzo anche questo. La verginità è ancora un valore, una cosa importante”.