Sindaco di Mortara fa sparire le panchine: ‘Le usavano i migranti’

'Se l'intento della giunta è quello di non far uscire dal centro i ragazzi, non andrà a buon fine. Si siederanno sul marciapiede', ha dichiarato il responsabile della cooperativa

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 29 giugno 2018

Sindaco di Mortara fa sparire le panchine: ‘Le usavano i migranti’
Foto Pixabay

Ultimamente dal fronte della politica arrivano proposte e decisioni che stanno scatenando non poche polemiche tra i vari schieramenti e anche tra le fila dei comuni cittadini. Dopo il neo ministro degli Interni, Matteo Salvini, e la sua decisione di ‘chiudere i porti’ per arginare il problema dei migranti, ora scende in campo il sindaco leghista di Mortara, un Comune in provincia di Pavia, che ha disposto l’eliminazione delle panchine pubbliche dalla piazza del quartiere San Pio X. La ragione è che spesso vengono occupate dai richiedenti asilo di un centro d’accoglienza.

Il primo cittadino di Mortara, Marco Facchinotti, è giunto alla decisione in seguito ad alcuni spiacevoli episodi: alcuni migranti sono stati sorpresi a urinare proprio in quella piazza, altri hanno lasciato diversi rifiuti. Per contro, alcuni residenti della zona hanno affermato: ‘Generalmente alla fine della giornata puliscono’.

L’assessore ai Lavori pubblici, Marco Vecchio, ha dichiarato: ‘Una scelta amministrativa, ho dato mandato di toglierle visto che è arrivato questo input’. Il responsabile della cooperativa ha replicato: ‘Se l’intento della giunta è quello di non far uscire dal centro i ragazzi, non andrà a buon fine. Si siederanno sul marciapiede o altrove sulla città. Di sicuro non resteranno chiusi tra quattro muri durante tutta l’estate’.

Il sindaco di Mortara tuttavia non pare nuovo a provvedimenti del genere: come riportato da Repubblica, già nel 2015 aveva vietato ai profughi, tra i quali c’erano anche due professionisti, di allenarsi sui campi di calcio del Comune. ‘Far giocare queste persone ci sembra uno sgarbo alle famiglie che portano i loro ragazzi a calcio. Noi non vogliamo che persone con uno status ibrido si allenino sui campi da calcio del Comune di Mortara’, aveva dichiarato Marco Facchinotti.