Salvini contro i vaccini ‘bacchettato’ anche dal virologo Burioni

'Ministro Salvini, quella che ha detto è una bugia, una bugia pericolosissima', commenta il noto virologo, seguito da una serie di interventi di nomi noti e non

da , il

    Anche il virologo Roberto Burioni ha replicato a quanto dichiarato da Matteo Salvini che intervenendo telefonicamente a RadioStudio54 aveva sparato a zero sui vaccini obbligatori definendoli inutili e pericolosi, e alimentando il dibattito in rete tra chi si dichiara favorevole o contrario. Il docente di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano ha, in poche parole, dato del bugiardo a Salvini: “No, ministro Salvini. Dieci vaccini non sono inutili e tanto meno dannosi, anzi proteggono anche lei, i suoi figli e i suoi elettori. Questa è una bugia pericolosissima; se la dice chi ha la responsabilità della sicurezza del mio paese è cosa molto preoccupante”.

    Salvini contro i vaccini

    Il ministro dell”Interno aveva sostenuto che sui vaccini “garantisco l’impegno preso in campagna elettorale nel permettere che tutti i bimbi entrino in classe, vadano a scuola”, perché “la priorità è che i bimbi non vengano espulsi dalle classi” anche se non vaccinati. “Siamo in due – ha proseguito Salvini – c’è un’alleanza Lega-M5s, bisogna ragionare anche con gli alleati, al ministro Grillo ho iniziato a parlare di questi temi, e dunque continueremo, perché ritengo che 10 vaccini obbligatori siano inutili e in parecchi casi pericolosi se non dannosi”.

    La replica di Roberto Burioni

    Il virologo Roberto Burioni, che spesso è intervenuto in questi anni contro le fake news sui vaccini, si è rivolto al vicepremier leghista: “Ministro Salvini, i vaccini proteggono lei, i suoi figli e i suoi elettori. La sua è una bugia pericolosissima”. “No, Ministro Salvini. Dieci vaccini non sono inutili e tantomeno dannosi. Sono gli stessi vaccini che vengono usati con identici tempi e identici modi in tutto il mondo. Sono i dieci vaccini che hanno salvato e salvano, in tutta sicurezza, milioni di vite. Vaccini che proteggono anche lei, i suoi figli e i suoi elettori, e pure tutti i cittadini italiani che lei ha il dovere di tutelare”, commenta Burioni. “Ministro Salvini, lei ha detto una cosa non rispondente al vero, perché quelli che riporto io sono fatti, suffragati da dati scientifici solidissimi”, continua il virologo che si batte per l’obbligatorietà dei vaccini. “Quella che ha detto lei è invece una bugia, una bugia pericolosissima. E che a dirla sia chi ha la responsabilità della sicurezza del mio paese è una cosa che mi preoccupa molto”.

    Un vaccino contro le ‘salvinate’

    E mentre Renzi riposta il post di Burioni commentando “Roberto Burioni contro Matteo Salvini, ovvero la scienza contro il fanatismo. Siamo davvero altra cosa rispetto a questo governo” e usando due hashtag: “#salvinata, #neuro”, il senatore del PD Davide Faraone, Presidente Fondazione Italiana per l’Autismo (FIA), twitta:

    “Ci mancava solo #Salvini ministro della Salute che dice che 10 vaccini obbligatori sono inutili e talvolta dannosi. Ma c’è un vaccino contro le #salvinate da rendere obbligatorio? E poi, visto che il vero ministro della Salute dice tutto il contrario, vi mettete d’accordo? #Neuro”.

    La replica della Lega: ‘polemica pretestuosa’

    “Sui vaccini polemiche pretestuose dopo le parole del ministro Matteo Salvini. L’inclusione scolastica dei bimbi non vaccinati (per necessità o per scelta) è sia nel programma della Lega che nel contratto di governo”, fanno intanto sapere con una nota, dall’ufficio stampa della Lega.