Nuovo premier: chi sarà il prossimo presidente del Consiglio?

Economisti, scienziati, giuristi e politici: di seguito una rosa di nomi dalla quale il presidente della Repubblica Sergio Mattarella potrebbe selezionare il nuovo premier

da , il

    Mattarella
    Ansa

    Chi sarà il nuovo presidente del Consiglio? Le elezioni del 4 marzo 2018 hanno consegnato il Paese ad una situazione di stallo politico, sbloccata recentemente grazie al riavvicinamento fra Salvini e Di Maio. Dopo settimane di consultazioni e incertezze, vanno emergendo i nomi di alcuni papabili. In questo articolo l’elenco delle personalità fra le quali il presidente Mattarella potrebbe scegliere il nome del prossimo premier. I nomi sono molti, ma meno di tutti quelli che sono stati diffusi dalla stampa: abbiamo fatto una selezione, consci del fatto che alcuni nomi, sui quali le aspettative sono nate e morte nel giro di mezzo pomeriggio, sono stati espressi semplicemente allo scopo di creare diversivi e alzare polveroni.

    Silvio Berlusconi

    Berlusconi
    Ansa

    Lo inseriamo solo come antipasto, dal momento che il nome di Silvio Berlusconi è impronunciabile nei raduni grillini e la formazione di un nuovo governo politico passa necessariamente dalle mani di Di Maio. Dopo la sentenza che lo ha dichiarato riabilitato e quindi nuovamente eleggibile, il presidente di Mediaset si è reso disponibile a farsi carico della responsabilità di formare un nuovo esecutivo. “Sono pronto a fare il premier”, ha dichiarato Berlusconi lasciando di stucco l’alleato di coalizione Matteo Salvini, impegnato in una lunga e sfiancante trattativa con Di Maio. “C’è un certo Silvio Berlusconi che ha un’esperienza di nove anni al governo del Paese — ha poi aggiunto il leader azzurro iniziando a parlare di sé in terza persona — che ha presieduto per tre volte il G7 e il G8 ed è tornato disponibile. E con la carenza di personaggi che c’è…”

    Naturalmente Berlusconi non sarà preso in considerazione da Mattarella: il suo risicato 14% ottenuto alle elezioni (sceso poi al 12% secondo gli ultimi sondaggi) e la sua incompatibilità epidermica con Di Maio lo rendono assolutamente inadatto al ruolo di premier.

    Luigi Di Maio

    Italy consultations
    Ansa

    Di Maio premier è una scelta fattibile solo in caso Mattarella dovesse dare l’ok all’accordo di governo fra Lega e MoVimento 5 Stelle. Secondo le ultime indiscrezioni, qualora dovesse partire il governo giallo-verde, Di Maio otterrebbe Palazzo Chigi mentre a Salvini andrebbero Viminale e servizi segreti.

    Giulio Tremonti

    Giulio Tremonti
    Ansa

    Negli ultimi anni il commercialista ed economista Giulio Tremonti, già ministro berlusconiano, si era tenuto lontano dai riflettori. Ultimamente si torna a parlare di lui come possibile premier.

    Giuseppe Conte

    Giuseppe Conte
    Ansa

    Giuseppe Conte nuovo premier? Al momento il suo è il nome più caldo fra tutti. Vedremo se dai rumors si passerà ai fatti. Conte è docente di Diritto e membro del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa.

    Giulio Sapelli

    Giulio Sapelli
    Ansa

    Giulio Sapelli, economista che si è fatto le ossa all’Olivetti, è stato indicato come possibile premier da alcuni rumors, ma l’ipotesi annunciata nella mattinata del 14 maggio è caduta poco dopo.

    Alessandro Di Battista

    Alessandro Di Battista
    Ansa

    Il grillino Alessandro Di Battista uscito dalla porta dopo la mancata ricandidatura alle elezioni del 4 marzo ha rischiato di tornare dalla finestra come nuovo possibile premier. Il suo nome, fatto in ambienti grillini, era però più un sogno ad occhi aperti che una possibilità reale. I leghisti, dopo anni di attacchi durissimi da parte di Di Battista, non accetterebbero mai la sua candidatura.

    Fabiola Gianotti

    Fabiola Gianotti
    Ansa

    Fabiola Gianotti è una fisica ed è l’attuale direttore del CERN di Ginevra. E’ un’eccellenza italiana conosciuta e stimata nel mondo: ha vinto numerosi premi internazionali, nel 2013 Forbes l’ha inserita nell’elenco delle 100 donne più potenti del mondo e nel 2012 Time l’ha collocata al 5° posto nell’elenco delle personalità dell’anno. A lei è stato dedicato un asteroide di nome “214819 Gianotti”.

    Paolo Gentiloni

    Italian Prime Minister Paolo Gentiloni on RAI TV
    Ansa

    Mattarella potrebbe optare per un rassicurante “usato garantito” lasciando il governo nelle mani esperte di Paolo Gentiloni ancora per qualche mese, ma solo nell’ipotesi in cui dovesse fallire la trattativa fra Salvini e Di Maio e si dovesse andare al voto in tempi non brevissimi: se il voto fosse in data ravvicinata il nome di Gentiloni sarebbe quello del naturale candidato del PD e lasciarlo a Palazzo Chigi verrebbe letto come un endorsement nei suoi confronti. Gentiloni premier di tregua continuerebbe ad affrontare gli affari correnti mentre il parlamento si occuperebbe di varare una nuova legge elettorale capace di garantire maggiore governabilità.

    Lucrezia Reichlin

    Lucrezia-Reichlin
    Ansa

    Economista romana, fa parte del consiglio di amministrazione di UniCredit e del Cda di Messaggerie italiane. Ha insegnato all’estero e nell’ambiente internazionale è molto apprezzata per i suoi articoli economici, per i quali ha vinto alcuni premi.

    Anna Maria Tarantola

    anna maria tarantola
    Ansa

    Anna Maria Tarantola è una dirigente pubblica e docente italiana. Ha guidato la Banca d’Italia ed è stata presidente Rai dal 2012 al 2015.

    (Nella foto: a sinistra Luisa Todini, a destra Anna Maria Tarantola).

    Matteo Salvini

    Salvini
    Ansa

    Matteo Salvini si è più volte proposto per il ruolo di premier, ma da quando l’accordo di governo Lega-M5S è in dirittura d’arrivo ha fatto un passo indietro lasciando libera per Di Maio la strada verso Palazzo Chigi. Salvini rivendica in cambio la totale gestione della sicurezza in Italia, ovvero Ministero dell’Interno e servizi segreti.

    Marta Cartabia

    Marta-Cartabia
    Ansa

    Marta Cartabia è una docente universitaria e giudice costituzionalista, vicepresidente della Corte costituzionale dal 12 novembre 2014.

    Enrico Giovannini

    Enrico Giovannini
    Ansa

    Enrico Giovannini è un economista, già ministro del Lavoro e delle politiche sociali nel governo Letta. Il nome di Enrico Giovannini è stato fatto diverse volte, come personalità tecnica di compromesso qualora non si dovesse riuscire a trovare un nome politico per la creazione di un nuovo governo.

    Luigi Zingales

    Luigi Zingales
    Ansa

    Luigi Zingales è un economista e docente universitario a Chicago. Il suo nome è stato proposto dagli esponenti del MoVimento 5 Stelle, prima d’ora sempre restii a dare fiducia ai tecnici.

    Guido Tabellini

    Guido-Tabellini
    Ansa

    Guido Tabellini è un economista, ex rettore dell’università Bocconi. A differenza del bocconiano Mario Monti, Tabellini non è un sostenitore dell’austerity, ragion per cui ha l’ok della Lega.

    Roberto Perotti

    Perotti
    Ansa

    Economista e consulente della spending review per il governo Renzi. E’ gradito sia a Lega che a MoVimento 5 Stelle e potrebbe rappresentare un nome di compromesso.

    Maria Elisabetta Alberti Casellati

    Maria Elisabetta Alberti Casellati
    Ansa

    Con una mossa a sorpresa Mattarella potrebbe costringere le forze politiche a convergere su Maria Elisabetta Alberti Casellati, attuale presidente del Senato. La Casellati è stata eletta con i voti di Lega e MoVimento 5 Stelle, che proverebbero imbarazzo a disconoscerla come possibile premier. Inoltre il fatto che sia di Forza Italia, il naturale interlocutore del PD, la rende gradita anche a Renzi.