Il primo senatore di colore d’Italia è Toni Iwobi: eletto con la Lega

È nigeriano ed è il responsabile della sicurezza e immigrazione del Carroccio il primo eletto a Palazzo Madama di colore. In Italia da 30 anni e iscritto alla Lega da 25, dal 2014 con Salvini è entrato nel Dipartimento Immigrazione: è stato tra gli organizzatori della manifestazione 'Stop invasione'

da , il

    Il primo senatore di colore d’Italia è Toni Iwobi: eletto con la Lega

    Le elezioni del 4 marzo hanno portato il primo senatore di colore d’Italia a Palazzo Madama. A fare notizia è il fatto che Toni Iwobi, nigeriano di 62 anni, è della Lega e non un militante qualunque visto che dal 2014 è responsabile del Dipartimento Immigrazione del Carroccio. Da 38 anni in Italia, Iwobi è un militante leghista da 25 anni, iscritto alla sezione di Spirano, in provincia di Bergamo. “Dopo oltre 25 anni di battaglie nella grande famiglia della Lega, sta per iniziare un’altra grande avventura. I miei ringraziamenti vanno a Matteo Salvini, un grande leader che ha portato la Lega a diventare la prima forza di centrodestra del Paese”, si legge sul suo profilo Facebook.

    Il “leghista-nègher”, come lo chiamano i colleghi leghisti, è originario della Nigeria dove è nato 62 anni fa. Di famiglia cattolica e con dieci fratelli, Iwobi ha studiato informatica negli Stati Uniti prima di arrivare in Italia a Perugia con un permesso di studio.

    Con il trasferimento a Spirano, inizia a fare ogni tipo di lavoro finché viene assunto all’Amsa, la municipalizzata milanese dei rifiuti dove inizia come semplice netturbino fino a essere trasferito in amministrazione per il suo titolo di studio: oggi dirige un’azienda informatica.

    Nel 1990 l’incontro che gli cambia la vita con Antonio Magri, fondatore del sindacato autonomo lombardo, a cui si iscrive, avvicinandosi alle idee federaliste della Lega della prima ora. Nel 1993 si iscrive alla Lega, iniziando anche la carriera politica prima alle elezioni locali, dove diventa assessore ai servizi sociali, e poi tentando in Regione nel 2013, secondo dei non eletti.

    Nel 2014 entra come responsabile federale sicurezza e immigrazione e, sotto la segreteria Salvini, organizza la manifestazione “Stop invasione” e l’ultima del 23 febbraio, “Prima gli italiani”. Nel 2018 viene eletto in Parlamento ed è il primo senatore di colore, dopo Cécile Kyenge, prima donna di colore a entrare in Parlamento e prima ministra della repubblica italiana dalla pelle scura.