Gregorio De Falco candidato con il M5S in Toscana: ‘Io sempre coerente’

L'ex capitano di fregata della capitaneria di Livorno, divenuto famoso la notte della tragedia della Concordia per aver ripreso il comandante Schettino, è capolista del Movimento 5 Stelle in Toscana. Nuova avventura politica per il capitano che si prepara a entrare in Transatlantico

Pubblicato da Lorena Cacace Lunedì 22 gennaio 2018

Gregorio De Falco candidato con il M5S in Toscana: ‘Io sempre coerente’
Gregorio De Falco presentato al Villaggio Rousseau come candidato M5S / ansa

Gregorio De Falco è ufficialmente un candidato del M5S. Il capitano di fregata, diventato famoso a seguito del naufragio della Costa Concordia al largo dell’Isola del Giglio, sarà il capolista in Toscana per il movimento, come dichiarato da Luigi Di Maio nel presentare i vincitori delle Parlamentarie dal Villaggio Rousseau a Pescara. Pochissime le parole rilasciate alla stampa dopo la conferma della candidatura. “Qualcuno mi conosce e sa che per me la coerenza si basa sul rispetto tra dichiarazione e fatto”, avrebbe detto parlando agli attivisti presenti, come riporta il sito controradio.it. Intercettato dai giornalisti, non avrebbe aggiunto altro, come dal video pubblicato dall’agenzia Vista. “Sono un semplice attivista, parleremo delle ragioni che mi hanno spinto a sostenere il movimento più avanti”.

De Falco, la notte tra venerdì 13 e sabato 14 gennaio 2012, era il capitano di fregata di Livorno che rispose al telefono a Francesco Schettino, ordinandogli di risalire a bordo della nave Costa Concordia dopo il naufragio all’Isola del Giglio. La sua frase fece il giro del mondo: “Guardi Schettino che lei si è salvato forse dal mare ma io le faccio passare l’anima dei guai. Vada a bordo, cazzo”.