Movimento 5 Stelle, si dimette il mini direttorio romano

'Il nostro compito non è più necessario'. Lasciano Paola Taverna, Fabio Massimo Castaldo e Gianluca Perilli

Pubblicato da Chiara Podano Giovedì 8 settembre 2016

Movimento 5 Stelle, si dimette il mini direttorio romano

Foto Facebook

“Il nostro compito non è più necessario”, con queste parole il mini direttorio annuncia le sue dimissioni. Lasciano: Paola Taverna, Fabio Massimo Castaldo e Gianluca Perilli. Dopo l’intervento di Beppe Grillo di ieri a Nettuno e le scuse di Luigi Di Maio il mini direttorio fa un passo indietro.
“La macchina amministrativa è partita ed è giusto che ora proceda spedita. Per questo, riteniamo che oggi il nostro compito non sia più necessario”, si legge sul blog di Beppe Grillo.

I tre grillini assicurano che “non faremo mai mancare il nostro sostegno e il nostro contributo” all’amministrazione capitolina.
“Noi, proprio con lo stesso senso di responsabilità di allora si legge – continueremo a fornire all’amministrazione capitolina il nostro sostegno e il nostro contributo portando avanti il nostro lavoro nelle istituzioni in cui siamo stati eletti. I gravi problemi della Capitale, vessata da anni di malapolitica, continueranno ad avere per noi l’attenzione che meritano. Auguriamo al sindaco e alla sua squadra i migliori successi, nell’interesse della città e della cittadinanza tutta”, si legge sul blog del fondatore del Movimento 5 Stelle.
Paola Taverna, accusata di aver inviato ai giornalisti la mail che ha incastrato Luigi Di Maio spiega che tornerà a svolgere unicamente il suo ruolo di senatrice: “Come ha detto Beppe vigileremo sulla Raggi”. E aggiunge: “È giusto che Virginia faccia il sindaco di Roma e vada avanti con la sua giunta insieme a tutti i cittadini romani”.

LEGGI ANCHE SALTA LA NOMINA DA ASSESSORE AL BILANCIO PER DE DOMINICIS: E’ INDAGATO