Come affrontare voli intercontinentali nel comfort e senza stress

Diego Barbera Giornalista, videomaker e sportivo Lunedì 29 ottobre 2018 Il nano che ti sveglia, Mondo
Segui autore:
Come affrontare voli intercontinentali nel comfort e senza stress
Pixabay

Viaggio spesso per lavoro e prendo come minimo quattro voli intercontinentali al mese più numerosi voli locali. Insomma, qualche migliaia di km me lo sono pure messo in cascina, per questo motivo vorrei condividere alcuni pratici trucchi ed espedienti che renderanno l’esperienza di spostarsi anche di dieci ore di fuso orario un po’ meno traumatica. Dal momento della prenotazione fino all’arrivo in hotel, semplici dritte – che magari conoscerete pur già – che possono facilitare la vita e rendere tutto più godibile e più “smooth” ossia con meno intoppi possibili.

Per prenotare un aereo non ci sono giorni migliori che quelli infrasettimanali. E per giorni non si intendono quelli in cui si compra ma quelli in cui si vola. Vero, non tutti possono viaggiare durante la settimana, ma organizzandosi un po’ si possono salvare centinaia di euro. Secondo le statistiche, martedì e giovedì sono i giorni più economici. In seconda battuta il sabato e ha senso: è a weekend iniziato. Per più trucchi per biglietti aerei vai qui.

Prenotando il volo naviga in anonimo dal tuo browser perché altrimenti lascerai traccia che hai già effettuato una determinata ricerca (per controllare i prezzi) e questi saliranno. Puoi usare vpn per far finta di essere all’estero e acquistare biglietti con monete più convenienti, ma sono più le noie che i benefici. Molte app che aggregano offerte sono convenienti, fai attenzione a portali sconosciuti e con spese nascoste. Capita molto spesso che i prezzi migliori siano quelli delle compagnie aeree stesse.

Ok, hai acquistato il volo, tempo di fare la valigia. Il vero viaggiatore abituale porta solo l’essenziale e preferisce il bagaglio a mano perché risparmia anche ore ai controlli, check-in e imbarchi-sbarchi. Facci caso, quando viaggi col valigione quanti abiti usi davvero? Certo, se stai via un mese… ma se il paese visitato è caldo usa le lavanderie locali.

Il check-in è fondamentale per prendere un buon posto sull’aereo; cerca sempre di farlo non appena si apre (solitamente 24 ore o 48 ore prima). Scarica l’app sul tuo telefono così salvi carta preziosa. E non disperare, se hai problemi al telefono te la stamperanno al banco o al servizio assistenza (i low cost no). Ricorda una cosa fondamentalissima, quasi suprema: il banco accettazione all’aeroporto ha il potere totale.

Dunque, sii gentile, sorridente, umile. Non pretendere qualcosa perché finirai nel posto peggiore magari vicino a una coppia con due neonati piangenti. Se sarai cortese e educato potrai anche evitare rogne se il bagaglio è qualche chilogrammo più pesante del consentito.

Cerca di vestirti bene, non è una leggenda metropolitana che alcune compagnie aeree rilascino talvolta upgrade in business class a chi si presenta molto elegante. Non accade sempre, ma accade.

Ricordati di non perdere troppo tempo nel duty free shop quando hai un volo intercontinentale, perché spesso il controllo passaporti avrà lunga fila. Quando arrivi al gate, se il volo è lungo allora l’aereo sarà piuttosto grande, non stare in fila in piedi, il tuo bagaglio a mano sarà accomodato senza problemi.

Giunto al tuo posto, controlla gli altri. Se l’aereo è mezzo vuoto, una volta che viene comunicato l’imbarco completo puoi spostarti in un’eventuale fila vuota per sdraiarti e dormire.

Capitolo hostess: non fare il piacione così come non fare il maleducato perché avrai solo rogne. Sii gentile, sorridi e ringrazia. Così come magari te, anche loro si annoiano nei voli lunghi: quando vai a sgranchirti le gambe negli spazi tra compartimenti (dove troverai snack e bevande lungo tutta la tratta, sfruttalo) potrai fare due chiacchiere molto volentieri.

Pensaci due volte prima di mettere bocca e viso su coperte e cuscini, non vengono puliti così spesso come puoi immaginare. Nelle toilette c’è una piccola porta nello specchio, premi col dito per aprirla, dentro ci sono solitamente anche spazzolini e dentifricio (se non ci sono chiedili alle hostess dopo che hai fatto il galante).

Vuoi alzare il bracciolo lato corridoio? C’è un piccolo pulsante nascosto sotto l’attacco al sedile, se proprio ti serve. Prima di viaggiare con il tuo cane pensaci decine di volte perché volare nella stiva è un’esperienza davvero raccapricciante per il tuo migliore amico.

Infine, se devi prendere proprio il taxi (se non ti piacciono i mezzi pubblici usa Uber o simili, che risparmi tempo, fatica e spesso brutte esperienze) scendi o sali al livello partenze perché lì sono tutti vuoti e salterai la fila agli arrivi. Buon viaggio.