Strage Las Vegas, le foto

1 di 20
    continua
    //www.nanopress.it/mondo/foto/strage-las-vegas-le-foto_8925.html
    Veglia per le vittime
    Veglia per le vittime. 2 ottobre 2017. La più grave strage delle armi da fuoco nella storia degli Stati Uniti: il bilancio della sparatoria di Las Vegas è di 59 morti e 527 feriti, di cui alcuni gravi. A uccidere è stato il killer della porta accanto, Stephen Paddock, un bianco di 64 anni, pensionato e senza alcun legame a gruppi terroristici o religiosi di alcun tipo. Il massacro resta, al momento, senza movente, ma che l'uomo, suicidatosi prima dell'intervento della Polizia, volesse compiere una strage appare chiaro dalle dimensione dell'arsenale trovato nella camera del Mandalay Bay, da dove ha sparato, e nella sua casa di Las Vegas: 42 fucili tra automatici e semi automatici, armi da guerra che gli hanno permesso di sparare per venti minuti di fila. Paddock ha sparato dalla sua camera al 32esimo piano contro la folla di persone che stavano assistendo a un festival di musica country nello spiazzo dell'hotel: una furia omicida che non ha alcuna ragione. In questa foto gli studenti dell'università di Las Vegas alla veglia per le vittime della strage. Tutte le immagini di questa gallery sono FOTO ANSA.

    Veglia per le vittime

    2 ottobre 2017. La più grave strage delle armi da fuoco nella storia degli Stati Uniti: il bilancio della sparatoria di Las Vegas è di 59 morti e 527 feriti, di cui alcuni gravi. A uccidere è stato il killer della porta accanto, Stephen Paddock, un bianco di 64 anni, pensionato e senza alcun legame a gruppi terroristici o religiosi di alcun tipo. Il massacro resta, al momento, senza movente, ma che l'uomo, suicidatosi prima dell'intervento della Polizia, volesse compiere una strage appare chiaro dalle dimensione dell'arsenale trovato nella camera del Mandalay Bay, da dove ha sparato, e nella sua casa di Las Vegas: 42 fucili tra automatici e semi automatici, armi da guerra che gli hanno permesso di sparare per venti minuti di fila. Paddock ha sparato dalla sua camera al 32esimo piano contro la folla di persone che stavano assistendo a un festival di musica country nello spiazzo dell'hotel: una furia omicida che non ha alcuna ragione. In questa foto gli studenti dell'università di Las Vegas alla veglia per le vittime della strage. Tutte le immagini di questa gallery sono FOTO ANSA.

    2 ottobre 2017. La più grave strage delle armi da fuoco nella storia degli Stati Uniti: il bilancio della sparatoria di Las Vegas è di 59 morti e 527 feriti, di cui alcuni gravi. A uccidere è stato il killer della porta accanto, Stephen Paddock, un bianco di 64 anni, pensionato e senza alcun legame a gruppi terroristici o religiosi di alcun tipo. Il massacro resta, al momento, senza movente, ma che l'uomo, suicidatosi prima dell'intervento della Polizia, volesse compiere una strage appare chiaro dalle dimensione dell'arsenale trovato nella camera del Mandalay Bay, da dove ha sparato, e nella sua casa di Las Vegas: 42 fucili tra automatici e semi automatici, armi da guerra che gli hanno permesso di sparare per venti minuti di fila. Paddock ha sparato dalla sua camera al 32esimo piano contro la folla di persone che stavano assistendo a un festival di musica country nello spiazzo dell'hotel: una furia omicida che non ha alcuna ragione. In questa foto gli studenti dell'università di Las Vegas alla veglia per le vittime della strage. Tutte le immagini di questa gallery sono FOTO ANSA.

    Stephen Paddock

    Stephen Paddock

    Ecco il volto del killer in una foto dal suo profilo Twitter.

    Ecco il volto del killer in una foto dal suo profilo Twitter.

    Strage a Las Vegas

    Strage a Las Vegas

    Sangue sul marciapiede e una scarpa persa nella fuga. Un'immagine drammatica dopo la strage di Las Vegas.

    Sangue sul marciapiede e una scarpa persa nella fuga. Un'immagine drammatica dopo la strage di Las Vegas.

    La folla in fuga

    La folla in fuga

    L'immagine della folla al concerto di Las Vegas in fuga dopo aver sentito gli spari.

    L'immagine della folla al concerto di Las Vegas in fuga dopo aver sentito gli spari.

    La finestra del killer

    La finestra del killer

    Nella foto si vedono le finestre della camera del Mandalay Bay da dove il killer ha sparato.

    Nella foto si vedono le finestre della camera del Mandalay Bay da dove il killer ha sparato.

    Mandalay Bay sotto assedio

    Mandalay Bay sotto assedio

    Lo spiazzo dell'hotel di Las Vegas è stato blindato dalla Polizia.

    Lo spiazzo dell'hotel di Las Vegas è stato blindato dalla Polizia.

    Polizia a Las Vegas

    Polizia a Las Vegas

    La Polizia armata per le strade nei pressi del luogo della strage.

    La Polizia armata per le strade nei pressi del luogo della strage.

    Il pianto di chi è rimasto

    Il pianto di chi è rimasto

    Le lacrime di amici e parenti davanti al luogo del massacro a Las Vegas.

    Le lacrime di amici e parenti davanti al luogo del massacro a Las Vegas.

    Sangue a Las Vegas

    Sangue a Las Vegas

    Il giorno dopo rimangono i segni della strage

    Il giorno dopo rimangono i segni della strage

    Strage nella città del divertimento

    Strage nella città del divertimento

    Il sangue macchia le strade di Las Vegas

    Il sangue macchia le strade di Las Vegas

    Omaggio alle vittime

    Omaggio alle vittime

    L'omaggio alle vittime della strage di Las Vegas.

    L'omaggio alle vittime della strage di Las Vegas.

    I resti del massacro

    I resti del massacro

    Quello che rimane il giorno dopo la strage di Las Vegas.

    Quello che rimane il giorno dopo la strage di Las Vegas.

    Il dolore delle famiglie

    Il dolore delle famiglie

    Negli ospedali i centri di assistenza per le famiglie delle vittime della strage di Las Vegas

    Negli ospedali i centri di assistenza per le famiglie delle vittime della strage di Las Vegas

    Il dolore della Casa Bianca

    Il dolore della Casa Bianca

    Il minuto di silenzio voluto da Donald Trump alla Casa Bianca.

    Il minuto di silenzio voluto da Donald Trump alla Casa Bianca.

    Il ricordo delle vittime

    Il ricordo delle vittime

    Il ricordo delle vittime della strage di Las Vegas.

    Il ricordo delle vittime della strage di Las Vegas.

    Il Route 91 Harvest festival a Las Vegas

    Il Route 91 Harvest festival a Las Vegas

    Il killer ha colpito durante un festival di musica country che richiama fan da tutto il Nevada.

    Il killer ha colpito durante un festival di musica country che richiama fan da tutto il Nevada.

    Benjamin Hoskins Paddock

    Benjamin Hoskins Paddock

    Il padre del killer era finito nella lista dei più ricercati dall'Fbi: rapinatore e violento, definito uno psicopatico, fuggì dal carcere in Texas nel 196e e venne ritrovato solo 8 anni dopo.

    Il padre del killer era finito nella lista dei più ricercati dall'Fbi: rapinatore e violento, definito uno psicopatico, fuggì dal carcere in Texas nel 196e e venne ritrovato solo 8 anni dopo.

    Il fratello del killer

    Il fratello del killer

    Il fratello del killer sotto choc parla ai giornalisti: mai nessuna avvisaglia della follia del fratello.

    Il fratello del killer sotto choc parla ai giornalisti: mai nessuna avvisaglia della follia del fratello.

    Lo sceriffo ai giornalisti

    Lo sceriffo ai giornalisti

    Uno dei primi punti stampa tenuti dallo sceriffo di Las Vegas Joe Lombardo dopo la strage.

    Uno dei primi punti stampa tenuti dallo sceriffo di Las Vegas Joe Lombardo dopo la strage.

    Auto della polizia a Las Vegas

    Auto della polizia a Las Vegas

    Auto della polizia pattugliano il luogo della strage.

    Auto della polizia pattugliano il luogo della strage.