Siria oggi: 2011-2018 una guerra senza fine (Foto)

1 di 20
    continua
    //www.nanopress.it/mondo/foto/siria-oggi-2011-2018-una-guerra-senza-fine_9118.html
    Siria: bambini a Ghouta est
    Siria: bambini a Ghouta est. Mohammed, 12 anni, cammina tra le macerie di un edificio residenziale vicino a dove vive a Mesraba, a est di Ghouta. Mohammed ha lasciato la scuola in quinta elementare 10 mesi fa, quando lui e la sua famiglia sono fuggiti dalle violenze in un'altra zona di Ghouta orientale. "Molti dei nostri vicini qui sono andati in altre zone a causa degli attacchi quotidiani" dice Mohammed, "proprio oggi eravamo seduti a casa e abbiamo sentito altre esplosioni. I miei tre piccoli fratelli, mia madre e io avevamo molta paura. Spero che le esplosioni cessino. Voglio tornare a casa". Foto ANSA

    Siria: bambini a Ghouta est

    Mohammed, 12 anni, cammina tra le macerie di un edificio residenziale vicino a dove vive a Mesraba, a est di Ghouta. Mohammed ha lasciato la scuola in quinta elementare 10 mesi fa, quando lui e la sua famiglia sono fuggiti dalle violenze in un'altra zona di Ghouta orientale. "Molti dei nostri vicini qui sono andati in altre zone a causa degli attacchi quotidiani" dice Mohammed, "proprio oggi eravamo seduti a casa e abbiamo sentito altre esplosioni. I miei tre piccoli fratelli, mia madre e io avevamo molta paura. Spero che le esplosioni cessino. Voglio tornare a casa". Foto ANSA

    Mohammed, 12 anni, cammina tra le macerie di un edificio residenziale vicino a dove vive a Mesraba, a est di Ghouta. Mohammed ha lasciato la scuola in quinta elementare 10 mesi fa, quando lui e la sua famiglia sono fuggiti dalle violenze in un'altra zona di Ghouta orientale. "Molti dei nostri vicini qui sono andati in altre zone a causa degli attacchi quotidiani" dice Mohammed, "proprio oggi eravamo seduti a casa e abbiamo sentito altre esplosioni. I miei tre piccoli fratelli, mia madre e io avevamo molta paura. Spero che le esplosioni cessino. Voglio tornare a casa". Foto ANSA

    Siria: bombardamenti e macerie

    Siria: bombardamenti e macerie

    Un uomo e suo figlio fuggono da una zona residenziale a Ghouta. Quasi 400.000 persone sono rimaste intrappolate nell'area assediata dalla metà del 2013. S stima che la metà di loro siano bambini. Foto ANSA

    Un uomo e suo figlio fuggono da una zona residenziale a Ghouta. Quasi 400.000 persone sono rimaste intrappolate nell'area assediata dalla metà del 2013. S stima che la metà di loro siano bambini. Foto ANSA

    Siria: bimba con pigiama rosa simbolo tragedia civile

    Siria: bimba con pigiama rosa simbolo tragedia civile

    In questa foto, pubblicata il 21 febbraio 2018 dal gruppo di protezione civile siriana noto come White Helmets, si vede un membro del gruppo di difesa civile siriana che salva una ragazza da un bombardamento aereo e dagli attacchi delle forze governative siriane, a Ghouta, sobborgo di Damasco, in Siria. Foto ANSA

    In questa foto, pubblicata il 21 febbraio 2018 dal gruppo di protezione civile siriana noto come White Helmets, si vede un membro del gruppo di difesa civile siriana che salva una ragazza da un bombardamento aereo e dagli attacchi delle forze governative siriane, a Ghouta, sobborgo di Damasco, in Siria. Foto ANSA

    Siria: bombardamenti a Homs

    Siria: bombardamenti a Homs

    Nuovi attacchi aerei e bombardamenti in Siria. In questa foto si vedono persone che camminano attraverso un buco in un edificio danneggiato nella vecchia città di Homs. Foto ANSA

    Nuovi attacchi aerei e bombardamenti in Siria. In questa foto si vedono persone che camminano attraverso un buco in un edificio danneggiato nella vecchia città di Homs. Foto ANSA

    Siria: bambini vittime innocenti

    Siria: bambini vittime innocenti

    Hanaa ha otto anni ed ha perso l'uso delle gambe in un'esplosione di una bomba ad Aleppo. La foto è stata pubblicata il 12 marzo 2018 dall'ufficio stampa dell'Unicef. Ora la bambina usa una sedia a rotelle. Ricorda di quando non voleva lasciare la sua casa dopo l'infortunio. Hanaa ha abbandonato la scuola per un anno, ma poi ha preso fiducia ed è tornata perché ama imparare a leggere, scrivere e fare matematica. Foto ANSA

    Hanaa ha otto anni ed ha perso l'uso delle gambe in un'esplosione di una bomba ad Aleppo. La foto è stata pubblicata il 12 marzo 2018 dall'ufficio stampa dell'Unicef. Ora la bambina usa una sedia a rotelle. Ricorda di quando non voleva lasciare la sua casa dopo l'infortunio. Hanaa ha abbandonato la scuola per un anno, ma poi ha preso fiducia ed è tornata perché ama imparare a leggere, scrivere e fare matematica. Foto ANSA

    7 anni di guerra in Siria

    7 anni di guerra in Siria

    Diverse famiglie di profughi camminano verso Hamourieh, dove è stata aperta una via di evacuazione dalla Ghouta orientale, ormai totalmente distrutta dai bombardamenti. Foto ANSA

    Diverse famiglie di profughi camminano verso Hamourieh, dove è stata aperta una via di evacuazione dalla Ghouta orientale, ormai totalmente distrutta dai bombardamenti. Foto ANSA

    Siria: evacuazione di civili dalla Ghouta orientale

    Siria: evacuazione di civili dalla Ghouta orientale

    Una foto pubblicata dall'agenzia siriana SANA mostra un autobus che trasporta civili che sarebbero stati imprigionati dai combattenti di Jaysh al-Islam (esercito dell'islam) a Douma, mentre arrivavano a al-Faihaa a Damasco, in Siria (9 aprile 2018). Secondo i resoconti dei media, Jaysh al-Islam ha accettato di rilasciare presunti prigionieri dal 2013, in cambio dell'evacuazione dei combattenti del gruppo, delle loro famiglie e di altri civili da Douma, Ghouta orientale. Foto ANSA

    Una foto pubblicata dall'agenzia siriana SANA mostra un autobus che trasporta civili che sarebbero stati imprigionati dai combattenti di Jaysh al-Islam (esercito dell'islam) a Douma, mentre arrivavano a al-Faihaa a Damasco, in Siria (9 aprile 2018). Secondo i resoconti dei media, Jaysh al-Islam ha accettato di rilasciare presunti prigionieri dal 2013, in cambio dell'evacuazione dei combattenti del gruppo, delle loro famiglie e di altri civili da Douma, Ghouta orientale. Foto ANSA

    Siria: intossicati dal sarin a Duma

    Siria: intossicati dal sarin a Duma

    Vittime ferite di un presunto attacco chimico riposano a Douma, in Siria (8 aprile 2018). Secondo i media e le notizie locali, almeno 70 persone sono morte dopo che un elicottero ha lanciato una bomba presumibilmente contenente gas Sarin, una tossina nervosa che uccide in pochi minuti dopo l'inalazione diretta. Gli abitanti del posto sostengono che l'elicottero appartiene alle forze fedeli al governo siriano, mentre sia la Siria che la Russia hanno negato l'uso di armi chimiche e hanno definito l'attacco una fabbricazione di Jayesh al-Islam (il sovrano militare di Douma) nel tentativo di ostacolare l'avanzamento dell'esercito arabo siriano.

    Vittime ferite di un presunto attacco chimico riposano a Douma, in Siria (8 aprile 2018). Secondo i media e le notizie locali, almeno 70 persone sono morte dopo che un elicottero ha lanciato una bomba presumibilmente contenente gas Sarin, una tossina nervosa che uccide in pochi minuti dopo l'inalazione diretta. Gli abitanti del posto sostengono che l'elicottero appartiene alle forze fedeli al governo siriano, mentre sia la Siria che la Russia hanno negato l'uso di armi chimiche e hanno definito l'attacco una fabbricazione di Jayesh al-Islam (il sovrano militare di Douma) nel tentativo di ostacolare l'avanzamento dell'esercito arabo siriano.

    Siria: bombaramenti con armi chimiche

    Siria: bombaramenti con armi chimiche

    Questa immagine mostra siriani in tute protettive e con maschere antigas che conducono un'esercitazione su come trattare le vittime di un attacco di armi chimiche ad Aleppo, in Siria. Le armi chimiche hanno ucciso centinaia di persone dall'inizio del conflitto siriano. Foto ANSA

    Questa immagine mostra siriani in tute protettive e con maschere antigas che conducono un'esercitazione su come trattare le vittime di un attacco di armi chimiche ad Aleppo, in Siria. Le armi chimiche hanno ucciso centinaia di persone dall'inizio del conflitto siriano. Foto ANSA

    Siria: macerie a Mesraba

    Siria: macerie a Mesraba

    Un giovane uomo tra le macerie causate da un'esplosione nei pressi di una zona residenziale nella Mesraba, a Douma. L'area è stata assediata dalla metà del 2013. Foto ANSA

    Un giovane uomo tra le macerie causate da un'esplosione nei pressi di una zona residenziale nella Mesraba, a Douma. L'area è stata assediata dalla metà del 2013. Foto ANSA

    Siria: distruzione a Douma

    Siria: distruzione a Douma

    Una bimba di 18 mesi sulla moto di suo nonno mentre la trascina attraverso il quartiere di Mesraba, a Douma. "Il nostro quartiere è stato attaccato - dice il nonno - Sto portando la famiglia a casa dei nostri parenti e poi tornerò a riparare le finestre e la casa. Tutto è stato distrutto dall'esplosione". Foto ANSA

    Una bimba di 18 mesi sulla moto di suo nonno mentre la trascina attraverso il quartiere di Mesraba, a Douma. "Il nostro quartiere è stato attaccato - dice il nonno - Sto portando la famiglia a casa dei nostri parenti e poi tornerò a riparare le finestre e la casa. Tutto è stato distrutto dall'esplosione". Foto ANSA

    Sira, bambini tra le macerie di Ghouta

    Sira, bambini tra le macerie di Ghouta

    Bilal, 13 anni, si erge sulle macerie di edifici distrutti a Hamouriya, a est di Ghouta. "Vivo nel quartiere adiacente" dice Bilal, "Stavo giocando fuori casa quando ho sentito la grande esplosione. Siamo corsi dentro ma dopo che tutta la polvere è venuta giù sono venuto a vedere. I vicini stavano urlando. È stato molto spaventoso". Foto ANSA

    Bilal, 13 anni, si erge sulle macerie di edifici distrutti a Hamouriya, a est di Ghouta. "Vivo nel quartiere adiacente" dice Bilal, "Stavo giocando fuori casa quando ho sentito la grande esplosione. Siamo corsi dentro ma dopo che tutta la polvere è venuta giù sono venuto a vedere. I vicini stavano urlando. È stato molto spaventoso". Foto ANSA

    Siria: palazzi distrutti a Saqba

    Siria: palazzi distrutti a Saqba

    Crateri prendono posto di edifici dopo i bombardamenti nei pressi di una zona residenziale a Saqba nella parte orientale di Ghouta. Foto ANSA

    Crateri prendono posto di edifici dopo i bombardamenti nei pressi di una zona residenziale a Saqba nella parte orientale di Ghouta. Foto ANSA

    Profughi in fuga dalla Siria

    Profughi in fuga dalla Siria

    Famiglie di profughi in fuga disperata dalla guerra in Siria. Foto ANSA

    Famiglie di profughi in fuga disperata dalla guerra in Siria. Foto ANSA

    Siria: bambini in fuga da Ghouta

    Siria: bambini in fuga da Ghouta

    Donne e bambini, molti dei quali feriti nei bombardamenti e mutilati, scappano da Ghouta. Foto ANSA

    Donne e bambini, molti dei quali feriti nei bombardamenti e mutilati, scappano da Ghouta. Foto ANSA

    Siria: donne e bambini profughi

    Siria: donne e bambini profughi

    Le famiglie camminano verso Hamourieh dove è stata aperta una via di evacuazione dalla Ghouta orientale. Foto ANSA

    Le famiglie camminano verso Hamourieh dove è stata aperta una via di evacuazione dalla Ghouta orientale. Foto ANSA

    Siria, feriti da bombardamenti a Damasco

    Siria, feriti da bombardamenti a Damasco

    Una foto distribuita dall'agenzia di stampa araba siriana (SANA) mostra siriani feriti che ricevono i primi soccorsi in un pronto soccorso all'ospedale Al Mouwasat, Damasco, Siria, il 7 aprile 2018. Secondo i media, almeno sei civili sono stati uccisi e altri 32 feriti a causa di presunti bombardamenti da parte di Jaysh al-Islam nei quartieri residenziali di Damasco. Una fonte del comando di polizia di Damasco ha detto a SANA che Jaysh al-islam, posizionato a Douma City nella parte orientale di Ghouta, ha sparato sette colpi di mortaio sul quartiere di al-Mezzeh e nei dintorni di Piazza Umayyad e nelle aree di Abu Remmaneh e Ish al-Warwar. Foto ANSA

    Una foto distribuita dall'agenzia di stampa araba siriana (SANA) mostra siriani feriti che ricevono i primi soccorsi in un pronto soccorso all'ospedale Al Mouwasat, Damasco, Siria, il 7 aprile 2018. Secondo i media, almeno sei civili sono stati uccisi e altri 32 feriti a causa di presunti bombardamenti da parte di Jaysh al-Islam nei quartieri residenziali di Damasco. Una fonte del comando di polizia di Damasco ha detto a SANA che Jaysh al-islam, posizionato a Douma City nella parte orientale di Ghouta, ha sparato sette colpi di mortaio sul quartiere di al-Mezzeh e nei dintorni di Piazza Umayyad e nelle aree di Abu Remmaneh e Ish al-Warwar. Foto ANSA

    Siria: bimbi vittime della guerra

    Siria: bimbi vittime della guerra

    Un bimbo di pochi mesi viene trasportato in valigia dal padre, profugo in cerca di riparo che fugge con la sua famiglia da Ghouta assediata dai bombardamenti. Foto ANSA

    Un bimbo di pochi mesi viene trasportato in valigia dal padre, profugo in cerca di riparo che fugge con la sua famiglia da Ghouta assediata dai bombardamenti. Foto ANSA

    Siria, bambini morti in attacco con gas nervino

    Siria, bambini morti in attacco con gas nervino

    Il tragico bilancio delle guerra in Siria: solo nel 2017 c'è stato il 50% in più di bambini uccisi rispetto agli altri anni. Questa immagine è stata pubblicata domenica 8 aprile 2018 dalla Protezione civile siriana White Helmets, mostra un soccorritore che trasporta un bambino a seguito di un presunto attacco di armi chimiche nella città ribelle di Douma, vicino a Damasco, in Siria. Foto ANSA

    Il tragico bilancio delle guerra in Siria: solo nel 2017 c'è stato il 50% in più di bambini uccisi rispetto agli altri anni. Questa immagine è stata pubblicata domenica 8 aprile 2018 dalla Protezione civile siriana White Helmets, mostra un soccorritore che trasporta un bambino a seguito di un presunto attacco di armi chimiche nella città ribelle di Douma, vicino a Damasco, in Siria. Foto ANSA

    Siria: la città di Zamalka

    Siria: la città di Zamalka

    La città di Zamalka, recentemente riconquistata dall'esercito siriano durante un'offensiva militare che è stata lanciata contro i ribelli. La gente cammina tra la distruzione nella città di Zamalka nella Ghouta orientale, nelle campagne di Damasco, in Siria, l'11 aprile 2018. Foto ANSA

    La città di Zamalka, recentemente riconquistata dall'esercito siriano durante un'offensiva militare che è stata lanciata contro i ribelli. La gente cammina tra la distruzione nella città di Zamalka nella Ghouta orientale, nelle campagne di Damasco, in Siria, l'11 aprile 2018. Foto ANSA