Torturano i bambini con la salsa piccante sui genitali, coppia arrestata

Robert Earl Kailiala Saladaga, 37 anni, e la compagna Sabrina Irene Emerick, 25 anni, madre di tre piccoli, sono stati arrestati dalla Polizia locale: in diverse occasioni l'uomo avrebbe anche premuto il cuscino sul viso del bimbo di 5 anni

Pubblicato da Lorena Cacace Giovedì 21 febbraio 2019

Torturano i bambini con la salsa piccante sui genitali, coppia arrestata
La coppia arrestata/Greenville Police Department

Salsa piccante in faccia e sui genitali per aver fatto pipì sul divano. È solo uno degli abusi a cui sono stati sottoposti i figli di Sabrina Irene Emerick, 25 anni, da Greenville, Carolina del Sud, dal compagno Robert Earl Kailiala Saladaga, 37 anni. Come specifica la stampa locale, i due sono stati entrambi arrestati con l’accusa di abusi e maltrattamenti: se era l’uomo a compierli materialmente, la mamma dei piccoli, di età compresa tra i 2 e i 7 anni, avrebbe sempre assistito passivamente senza mai intervenire.

L’inchiesta sugli abusi era iniziata nel marzo 2018 a seguito di informazioni fornite dal Dipartimento dei servizi sociali, come ha spiegato il tenente della polizia di Greenville, Jason Rampey.

Diversi i casi di abusi scoperti dagli investigatori. In diverse occasioni l’uomo avrebbe premuto il cuscino sul volto del bimbo di 5 anni della compagna, mentre in altre gli avrebbe cosparso il volto e i genitali di salsa piccante fino a farlo vomitare.

Il 37enne avrebbe costretto il bimbo a farsi docce calde e fredde come punizione per essersi messo nei guai; non contento, avrebbe sparato al bimbo di 7 anni con un fucile ad aria compressa colpendolo al piede.

“Dalle indagini abbiamo appreso che gli abusi sarebbero stati le punizioni dei bambini per essersi comportati male a scuola o aver bagnato il divano mentre dormivano”, ha specificato il tenente Rampey. “Da quello che sappiamo, la madre non partecipava agli abusi, ma ne era consapevole e ha permesso che i bambini fossero messi in pericolo”.

Ora la coppia è stata segnalata ai servizi sociali e rilasciati su cauzione, mentre i tre bimbi sono stati portati in una struttura protetta.