Parto shock in India: tirano troppo forte il bimbo che sta nascendo e lo decapitano

ASCOLTA L'ARTICOLO

Gli infermieri responsabili dell'accaduto hanno fatto sparire il corpo del piccolo. Solo dopo la denuncia della famiglia lo hanno consegnato alla Polizia

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 11 gennaio 2019

Parto shock in India: tirano troppo forte il bimbo che sta nascendo e lo decapitano
Foto: Pixabay

Spaventoso epilogo per un parto avvenuto in una clinica di Jaisalmer, in India: gli infermieri hanno tirato con troppa forza la testa del neonato al punto da staccargliela. Il ministro della salute del Rajasthan Raghu Sharma ha aperto un’inchiesta sull’agghiacciante vicenda. ‘I colpevoli saranno puniti e verranno intraprese azioni severe dopo le indagini’, ha dichiarato Raghu Sharma. Nel frattempo due infermieri sono stati sospesi.

Come riporta Times of India, il drammatico incidente si è consumato lo scorso 7 gennaio nella clinica Ramgarh. Secondo le prime ricostruzioni della vicenda, la partoriente, Deeksha Kanwar, 24 anni, incinta al settimo mese, è stata portata d’urgenza al vicino ospedale di Jodhpur. La donna è stata subito condotta in sala parto per far nascere il suo bambino.

Pare che al momento del parto non fosse presente in sala operatoria alcun medico, ma solo gli infermieri. Costoro ora sono accusati di omicidio causato da negligenza e di aver messo in pericolo la vita di un’altra persona.

In un primo momento i due infermieri avrebbero nascosto il corpo del bambino. Solo a seguito della denuncia dei famigliari lo hanno consegnato alla Polizia. Immediata l’accusa nei loro confronti da parte delle autorità di Ramgarh.

‘Ho visitato Deeksha Kanwar e indagato sulla questione. C’erano due infermieri maschi quando la donna è stata portata al PHC prima di mezzanotte, tra il 6 e il 7 gennaio: il ginecologo era in congedo, il personale infermieristico ha gestito il caso. Il bambino era per metà fuori, quando la donna è arrivata in clinica. Era un bambino prematuro’, ha spiegato il direttore sanitario della clinica, dott. B L Bunkar.

LEGGI ANCHE:Donna partorisce e muore insieme alla figlia: il medico era ubriaco