L’odissea di una pensionata che non può permettersi una sedia a rotelle elettrica

ASCOLTA L'ARTICOLO

Il signor Alan ha fatto un appello sui social per rendere virale la storia dell'anziana signora che lotta quotidianamente per muoversi, e trovare un modo per aiutarla a ottenere una sedia a rotelle elettrica.

Pubblicato da Kati Irrente Giovedì 10 gennaio 2019

L’odissea di una pensionata che non può permettersi una sedia a rotelle elettrica
Foto da Facebook

La storia della signora Molly è diventata virale dopo che un utente Facebook ha visto in difficoltà la pensionata e ha deciso di filmarla per documentare la straziante lotta quotidiana della pensionata che non può permettersi una sedia a rotelle elettrica.

Troppo povera per una sedia a rotelle elettrica

Alan Bas stava camminando per la strada a Stevenage, nell’Hertfordshire, quando ha incontrato l’anziana Molly che stava muovendosi con molta fatica con il suo deambulatore.

Just met this lovely lady in Stevenage high street. Her name is Molly bless her. She needs an electric scooter in my opinion. She can't afford it and she struggles on a daily basis to function from A to B. Could you please make this go viral so possibly a local MP could possibly organise, what should have been done many years ago. Much love x.

Pubblicato da Alan Bas su Lunedì 7 gennaio 2019

Dopo averla avvicinata per assicurarsi che tutto fosse a posto, lei lo ha tranquillizzato e ha raccontato la sua storia. Confessando che la sua indennità governativa è troppo piccola per potersi permettere una sedia a rotelle elettrica.

Invecchiare non è semplice, ed è ancora più difficile quando non si può comprare il necessario.

Il passante, preoccupato per la donna, ha così pensato di girare un video per poi postarlo sui social, dicendo di essere rattristato dopo essersi fermato a parlare con Molly, perché lei gli ha raccontato che con la sola pensione mensile non può permettersi una sedia a rotelle elettrica che la possa aiutare a muoversi più agevolmente.

”Ho sempre lavorato, ma ora la pensione è troppo bassa”

Molly ha raccontato al suo ‘nuovo amico’ di aver passato una vita a lavorare, fino a 71 anni, ma ora non ha i soldi necessari per i suoi bisogni e per comprare una sedia a rotelle elettrica. La causa è proprio il basso importo degli assegni dati dal governo.

“Dicono che ho abbastanza denaro per vivere, ma non credo sia così. Ho metà della franchigia di 69 sterline (circa 76 euro, ndr), ho una pensione di vecchiaia di 139 sterline (circa 150 euro) e ho lavorato fino a 71 anni!”.

Il signor Alan ha così fatto un appello sui social per rendere virale la storia dell’anziana signora che lotta quotidianamente per muoversi, e trovare un modo per aiutarla a ottenere una sedia a rotelle elettrica.

Secondo il servizio sanitario nazionale britannico, le sedie a rotelle elettriche non sono generalmente forniti automaticamente e hanno un prezzo compreso tra 400 e oltre 5.000 sterline (circa 5500 euro, ndr). Chiunque desideri una sedia elettrica per la mobilità può chiedere un aiuto finanziario tramite un elenco di enti di beneficenza preposti.

Da quando è stato messo online, il filmato di Molly ha ricevuto oltre 463.000 visualizzazioni e oltre 17.000 condivisioni. E’ stato inoltre molto commentato. Tutti sperano che la signora Molly possa ottenere il suo scooter e qualsiasi altro aiuto di cui ha bisogno.

Il filmato ha inoltre ispirato Shane Yerrell a realizzate una raccolta fondi su Just Giving per aiutare Molly a comprare una sedia a rotelle elettrica.