Sposa l’uomo conosciuto online, poi scopre che ha altre mogli e 13 figli

Le aveva raccontato di essere un agente segreto in missione. In realtà quella menzogna serviva per avere una copertura perfetta per assentarsi da casa e per vedere le sue altre famiglie.

Pubblicato da Kati Irrente Lunedì 17 dicembre 2018

Sposa l’uomo conosciuto online, poi scopre che ha altre mogli e 13 figli
Foto Pixabay

Mary Turner Thomson, 53enne di Edimburgo, aveva sposato William Allen Jordan pensando di aver trovato l’uomo della sua vita. I due si erano conosciuti online. Lui si era presentato a lei come ‘agente della Cia’ in servizio in Inghilterra, ma in realtà viveva una doppia vita fatta di frodi e altri reati, ed era un poligamo convinto. Tanto che poi il truffatore americano fu scoperto nel 2006: aveva un’altra moglie e tredici figli con altre sei donne.

William Allen Jordan è stato gentile, attento e un padre meraviglioso per i loro due figli, ma anche un bugiardo seriale che ha avuto un’altra moglie per tutta la loro relazione di sei anni e nel 2014 è stato imprigionato per bigamia.

L’incontro su Internet

La donna ha rilasciato le sue dichiarazioni ai tabloid britannici, raccontando la sua storia di moglie truffata.

“Ho incontrato William online quando ero una mamma single con un bambino di nove mesi. Era molto affascinante e abbiamo cominciato a scriverci e-mail, capitava frequentemente”.

“Successivamente abbiamo iniziato a frequentarci di persona, e in realtà mi ha chiesto di sposarlo dopo circa due settimane dal nostro primo incontro reale. Io ho detto di no, ma alla fine ci siamo fidanzati, poi ci siamo sposati. E lo siamo stati per quattro anni.

“Dopo sei mesi che stavamo insieme sono rimasta incinta, ed è stata una grande sorpresa per tutti dato che mi aveva detto di essere sterile dopo aver avuto una parotite da bambino”.

“Credevo anche che avrebbe pensato che avevo avuto una relazione con un altro uomo, perché era così assolutamente convinto che non avrebbe potuto avere figli!”, racconta la donna, che alla fine aveva creduto al fatto che Jordan fosse un agente della CIA in comando all’MI5.

In realtà quella menzogna serviva per avere una copertura perfetta per assentarsi da casa e per vedere le sue altre famiglie.

Leggi anche Truffe di Natale: come difendersi dai raggiri sotto le feste

”Era un abile manipolatore”

L’uomo l’ha talmente manipolata che l’aveva persino persuasa a trovare quasi 200.000 sterline per pagare un gruppo di non meglio precisati “ricattatori” che, sosteneva l’uomo, avevano minacciato di rapire i loro figli Eilidh, ora 16enne, Zach, 13 anni, e sua figlia Robyn, 19 anni.

Ha detto: “Nel 2004, quando ero incinta di Zach, mi disse che qualcuno che aveva incontrato in un’operazione sotto copertura stava per uccidere i nostri bambini, volevano rapirli e li avrebbero uccisi se non avessimo dato loro soldi”.

“A questo punto, eravamo sposati da quattro anni e mi fidavo di lui, anzi ero completamente sotto il suo controllo, quindi ho venduto tutto quello che possedevo: casa mia, macchina, assicurazione sulla vita, tutto.”

Ma non c’era nessun ricattatore, nessuna missione sotto copertura, nessun contatto con gli agenti segreti, ma c’era un’altra moglie. William Allen Jordan era infatti sposato anche con Mischele Lewis, che telefonò alla donna nel 2006.

La scoperta dell’inganno e l’arresto

“Lei disse: “Sei Mary Turner Thomson? Ho detto di sì. Poi ha chiesto: sei la signora Jordan? Ho detto di sì, e lei ha risposto: ‘Bene, io sono l’altra signora Jordan’. Ci siamo incontrati in un bar e abbiamo parlato per circa 12 ore”, ha chiarito la donna, che a quel punto aveva capito chi era il marito. Il quale ha sempre negato l’evidenza con lei. Ha negato anche di avere altri figli, mentre è emerso poi che aveva tredici figli con altre sei donne.

L’uomo è stato arrestato per bigamia, possesso illegale di armi e frode, mentre di trovava in un parcheggio nel New Jersey, negli Stati Uniti, nel 2014, dopo che le sue truffe vennero scoperte. Mary Turner Thomson ha poi scritto un libro, The Bigamist, per incoraggiare altre donne a non avere paura di cercare la verità, anche se può far male.

Leggi anche Truffe online più diffuse: quali sono e cosa fare