Ue: Tajani zittisce Farage in una lite su Europa, fascismi e dittature

Tensione a Strasburgo, dove il presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani ha ripreso con decisione Nigel Farage durante un intervento in aula

Pubblicato da Kati Irrente Mercoledì 24 ottobre 2018

Ue: Tajani zittisce Farage in una lite su Europa, fascismi e dittature

A Strasburgo il presidente dell’Eurocamera Antonio Tajani ha zittito l’eurodeputato britannico Nigel Farage. In aula si discuteva di nazismo e nazionalsocialismo. Alla fine del battibecco l’aula ha applaudito l’europarlamentare italiano, il quale ha guardato fisso Farage per circa 20 secondi.

Il Parlamento Europeo era riunito a Strasburgo quando il discorso è andato sulla recente storia europea, di nazismo e nazionalsocialismo.

“Non credo che in quest’aula ci siano nostalgici o eredi del nazismo e della dittatura comunista sovietica, due orribili e devastanti sistemi politici che hanno arrecato ferite profonde all’Europa”, ha affermato Tajani.

Quando il presidente Tajani ha precisato che “queste due dittature sono scomparse grazie all’Unione europea” sono seguite le risate fragorose dell’eurodeputato britannico Nigel Farage.

Il riso abbonda sulla bocca degli stolti

“C’è poco da ridere, c’è da rispettare le idee degli altri. Risus abundat in ore stultorum” ha ribattuto Tajani citando la famosa locuzione in latino. E poi ha concluso: “Farage impari a rispettare gli altri, perché questa è la democrazia. Lei evidentemente è nostalgico di qualche dittatura se non rispetta le opinioni degli altri. Noi abbiamo sempre rispettato le sue, lei non ha alcuna autorizzazione a non rispettare quelle degli altri. Rimanga in silenzio”.