Prende troppi antidolorifici e si uccide per sbaglio

L'autopsia sul corpo della donna ha svelato la causa della morte. In pratica Donna Spiby è morta intossicata, si è suicidata senza volere assumendo troppi farmaci antidolorifici.

Pubblicato da Kati Irrente Mercoledì 10 ottobre 2018

Prende troppi antidolorifici e si uccide per sbaglio
Donna Spiby

Aveva 42 anni Donna Spiby, una donna di Chorley, nel Lancashire in Inghilterra. E’ morta di overdose, per sbaglio, dopo aver ingerito una quantità massiccia di farmaci antidolorifici nel tentativo di curare un fortissimo mal di schiena che la tormentava.

La donna inglese si lamentava spesso di avere un fortissimo mal di schiena. Spesso usava antidolorifici regolarmente prescritti dal suo medico, ma a volte non bastavano. In preda al dolore, ha cambiato terapia senza consultare nessuno.

Secondo quanto riporta il Daily Mail, la signora Spiby ha acquistato il potente antidolorifico Subutex e ne ha abusato, fino a morire. Questo farmaco a base di buprenorfina è molto forte. La buprenorfina, infatti, è una molecola di sintesi derivata dalla tebaina, molecola estratta dall’oppio.

Gli inquirenti che hanno disposto l’autopsia sul corpo della donna hanno reso nota la causa della morte. In pratica Donna Spiby è morta intossicata, si è suicidata senza volere assumendo troppi farmaci antidolorifici.

Nel suo corpo sono state trovate tracce di un oppioide sintetico, il tramadolo, ma anche diazepam (psicofarmaco della categoria delle benzodiazepine) e soprattutto morfina in quantità altissime e dunque tossiche.

A trovarla senza vita è stato il marito, Kevin Haplin, che ha raccontato: “Prima della sua morte, si era lamentata per il forte dolore alla testa. Mi diceva che faceva fatica a distinguere tra i sogni e la vita reale”. La madre della donna, Jean Roach, ha aggiunto: “Sembrava persa dopo aver assunto quei farmaci. Mi è stato detto che sono usati per disintossicarsi dall’eroina. Era davvero come spenta”.