Bruxelles: multato dall’autovelox a 914 km/h: è un errore ma dovrà pagare il ricorso

Il malcapitato punta almeno a ottenere il rimborso delle spese legali, ma si preannuncia un'ardua impresa

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 9 ottobre 2018

Bruxelles: multato dall’autovelox a 914 km/h: è un errore ma dovrà pagare il ricorso
Foto: Pixabay
Nessuno vorrebbe vivere la disavventura capitata a Luc, residente a Bruxelles: è stato multato da un autovelox per aver guidato a una velocità di 914 km/h. Pur essendo palesemente una velocità inarrivabile per qualsiasi tipo di auto, ora il povero malcapitato dovrà pagare una spesa doppia: la multa e il ricorso legale.

Luc stava percorrendo una strada in cui il limite è fissato a 70 km/h, quando è stato beccato dall’autovelox impazzito. Il dispositivo ha registrato una velocità superiore del 1310% al limite consentito. L’automobilista ha ammesso di aver premuto un po’ troppo sull’acceleratore, ma non così tanto!

Per Luc però non ci sono alternative, dovrà comunque pagare la multa di 96 euro e l’intero costo del ricorso, ovvero circa 1500 euro.  L’automobilista punta almeno a ottenere il rimborso delle spese legali, ma si preannuncia una battaglia tutt’altro che facile.

Bruxelles non è nuova a situazioni del genere, già in passato un altro automobilista ha ricevuto una multa folle per eccesso di velocità. In quel caso si parlava di 696 km/h.

C’è anche chi dalla rabbia ha mandato in tilt un autovelox e gli ha fatto il dito medio: poi però è stato condannato a otto mesi di carcere.