Tanzania, traghetto affonda nel lago Vittoria: almeno 100 morti

Altre 100 persone sono state tratte in salvo, 37 versano in gravi condizioni. La compagnia navale parla di 400 persone a bordo

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 21 settembre 2018

Tanzania, traghetto affonda nel lago Vittoria: almeno 100 morti
Foto Pixabay

Tragedia sul lago Vittoria, in Tanzania: si contano almeno 100 morti, in conseguenza al ribaltamento di un traghetto avvenuto giovedì notte. L’imbarcazione è affondata, nella zona a sud del bacino lacustre, non lontano dall’isola Ukerewe. Si pensa che la nave fosse sovraccarica e si sia rovesciata quando le persone a bordo si sono spostate in massa su un lato mentre era attraccata. Secondo fonti ufficiali, la nave avrebbe potuto trasportare soltanto 100 persone, tuttavia dalla compagnia navale è giunta la conferma che il traghetto stava trasportando 400 viaggiatori.

Al momento sono state tratte in salvo 100 persone, mentre 37 sono in condizioni critiche. Il commissario regionale di Mwanza, John Mongella, ha dichiarato che 42 ulteriori morti vanno a sommarsi ai 44 dichiarati giovedì, tuttavia si tratta di dati in continuo aggiornamento. Se dovesse essere confermato il numero di 400 viaggiatori a bordo, lo scenario sarebbe ancora più tragico. Difficile avere ulteriori dettagli considerato che anche il distributore dei biglietti dell’imbarcazione è tra le vittime e la macchinetta che ha registrato i dati di vendita dei biglietti è andata perduta.

Non sono attualmente note le cause del rovesciamento della nave, tuttavia è probabile che le condizioni estremamente precarie del mezzo abbiano svolto un ruolo cruciale nella dinamica della tragedia.

Tanzania: gravi incidenti anche in passato

La Tanzania non è nuova a disastri di questa natura. In passato, si sono verificati altri gravi incidenti che hanno avuto come scenario il Lago Vittoria. Le ragioni principali sono la scarsa manutenzione delle barche, l’eccesso di passeggeri a bordo, nonché le avverse condizioni climatiche che spesso attanagliano la zona. Nel lontano 1996 morirono nel lago 800 persone, in seguito all’affondamento di un traghetto.