Anziano malato di Alzheimer perso nei boschi salvato da un cane randagio

Il cane sarà adottato dalla famiglia dell'uomo

Pubblicato da Kati Irrente Lunedì 3 settembre 2018

Anziano malato di Alzheimer perso nei boschi salvato da un cane randagio
pixabay / foto

Un cane randagio è diventato il beniamino di una intera comunità in Spagna dopo aver ‘salvato’ un uomo di 75 anni, malato di Alzheimer, che si era perso in seguito a una passeggiata nel bosco. Il cane, che lo ha seguito tutto il tempo, gli ha tenuto compagnia anche quando ha perso l’orientamento, e in certo senso è stato proprio il cane che si è preso cura dell’anziano, che poi è stato rintracciato diverse ore dopo dagli uomini dei soccorsi allertati dalla famiglia.

Questa storia raccontata in un articolo pubblicato dal sito spagnolo 20minutos.es, è avvenuta nei pressi di Burriana (Castellón), nella comunità autonoma valenciana, in Spagna. Fortunatamente è finita bene, ma spesso chi soffre di Alzheimer e si allontana da casa viene ritrovato quando ormai è troppo tardi. La differenza in questo caso l’ha fatta un cane randagio che ha deciso di tener compagnia all’anziano per tutta la notte.

La vicenda risale allo scorso giovedì, quando i familiari dell’uomo notano che non è in casa, era uscito già da diverse ore ma non aveva fatto ritorno. Dopo averlo cercato nelle vicinanze della casa e non aver trovato alcuna traccia del suo passaggio, i familiari fanno scattare l’allarme e denunciano la scomparsa dell’anziano malato di Alzheimer alle autorità.

Scattano le ricerche ufficiali per ritrovare l’anziano in stato di fragilità, ma con l’arrivo della notte si interrompono per la scarsa visibilità sulla zona. Poi gli uomini delle forze dell’ordine impegnati nelle ricerche riprendono il loro lavoro e finalmente ecco il lieto fine. I soccorritori, infatti, quando hanno rintracciato l’uomo il giorno dopo, all’alba, lo hanno trovato abbracciato al cane randagio, che dormiva calmo accanto a lui.

L’uomo, come è comprensibile visto il suo stato di salute, è stato trovato in stato confusionale e con un principio di ipotermia, dopo un’intera notte passata a dormire sotto un albero nel bosco. Immediatamente sono scattati i soccorsi ma mentre l’anziano saliva sull’ambulanza, il suo nuovo e fedele amico a quattro zampe lo ha seguito a bordo e non voleva saperne di scendere dal mezzo di soccorso. La polizia ha quindi avviato le procedure tramite un’associazione animalista per far adottare il piccolo eroe, ma i familiari dell’anziano hanno deciso immediatamente di prenderlo con loro, per esprimere l’enorme gratitudine nei suoi confronti, dato che ha contribuito senza dubbio a salvare la vita all’uomo che si era perso nel bosco.