Sparatoria in Florida: perde torneo di videogame, uccide 3 persone e si toglie la vita

David Ketz, 24 anni, ha perso la competizione e all'improvviso ha aperto il fuoco sui partecipanti. Molte persone si sono messe in fuga alla ricerca di un posto sicuro, in attesa dell'arrivo delle Forze dell'Ordine

Pubblicato da Beatrice Elerdini Lunedì 27 agosto 2018

Sparatoria in Florida: perde torneo di videogame, uccide 3 persone e si toglie la vita
Foto Pixabay

E’ di tre morti e undici feriti il bilancio della sparatoria avvenuta domenica 26 agosto 2018, a Jacksonville, in Florida, durante una gara di videogame. All’improvviso, uno dei partecipanti, David Ketz, 24 anni, è stato sconfitto e ha reagito aprendo il fuoco sui presenti, poi si è tolto la vita. La drammatica aggressione è avvenuta nel GLHF Game Bar del centro commerciale all’aperto di Jacksonville Landing nel centro della città, lungo il fiume St. Johns. Il torneo in corso era dedicato a Madden 19, un videogame di football.

La sparatoria di Jacksonville è stata parzialmente ripresa in un video pubblicato in rete: a un certo punto si sentono chiaramente gli spari. Molte persone, non appena hanno udito i colpi di pistola, sono scappate alla ricerca di angoli sicuri del centro commerciale in cui rifugiarsi, in attesa dell’arrivo delle Forze dell’Ordine.

Immediato l’intervento delle ambulanze, dei Vigili del Fuoco e della Polizia all’interno della struttura: subito sono state bloccate le vie circostanti, mentre i paramedici si sono attivati per offrire i primi soccorsi ai feriti. Nove sono stati trasportati negli ospedali della zona, mentre gli altri due si sono recati autonomamente in cliniche presenti nei dintorni.

Un partecipante al torneo invece, è stato decisamente più fortunato, è stato sfiorato alla mano da un proiettile, ma è riuscito a salvarsi: ‘Il proiettile ha colpito il mio pollice. Il peggior giorno della mia vità’, ha scritto su Twitter, Drini Gjoka, il diretto interessato, nonché vincitore della scorsa edizione del Madden Challenge.

L’aggressore, David Ketz, dopo aver seminato terrore e morte tra i partecipanti al torneo di videogame, si è tolto la vita.