Chi sono i 12 ragazzi rimasti incastrati nella grotta in Thailandia

Ecco chi sono i bambini della squadra di calcio intrappolati nella grotta in Thailandia a causa delle piogge monsoniche

da , il

    Thailandia ragazzi intrappolati nella grotta
    Un frame del video girato dai soccorrittori entrati nella grotta Tham Luang / Ansa

    Il mondo sta seguendo con apprensione le operazioni di salvataggio dei dodici ragazzini di una squadra di calcio thailandese che lo scorso 23 giugno si erano addentrati in una grotta (Tham Luang) insieme al giovane allenatore, rimanendo poi intrappolati dentro a causa dell’allagamento dovuto alle piogge monsoniche. Dopo averli intercettati vivi a 9 giorni di distanza dalla scomparsa, i ragazzini sono stati portati in salvo a gruppi di quattro da squadre di soccorso composte anche da sub. Ma chi sono i giovani giocatori della squadra thai dei ‘cinghiali’? Vediamoli nelle schede seguenti, secondo quanto riportato dal Guardian.

    Chanin Wiboonrungrueng

    Chanin Wiboonrungrueng

    Chanin Wiboonrungrueng ha 11 anni e tutti lo conoscono con il nomignolo ”Titan”. Gioca a calcio da 5 anni e da tre è insieme ai ‘Cinghiali’ nel ruolo di attaccante. E’ suo il record del giocatore più giovane della squadra thailandese.

    Panumas Saengdee

    Panumas

    Panumas Saengdee ha 13 anni e gioca nel ruolo di difensore. E’ conosciuto con il soprannome ”Mick”. La sua specialità è il colpo di testa, e – dicono – gioca talmente bene da sembrare più grande della sua età.

    Sompong Jaiwong

    sompong

    Sompong Jaiwong ha 13 anni e gioca nel ruolo di ala destra. Il suo nomignolo è ”Pong” e il suo sogno è di giocare in futuro con la nazionale thailandese.

    Duangpetch Promthep

    Duangpetch Promthep
    Una compagna di classe mostra una foto di Duangpetch Promthep / Ansa

    Anche Duangpetch Promthep ha 13 anni e tutti lo chiamano ”Dom”. Le sue doti da leader e il forte senso dell’umorismo gli hanno fatto guadagnare il ruolo di capitano della squadra.

    Ekkarat Wongsookchan

    Ekkarat Wongsookchan

    Ekkarat Wongsookchan ha 14 anni, gioca nel ruolo di portiere e tutti gli riconoscono una spiccata tendenza alla disciplina, tanto che è lui – chiamato ”Bew” – che mette le attrezzature in ordine ad ogni fine allenamento.

    Prajak Sutham

    Prajak Sutham

    Prajak Sutham ha 14 anni, gli amici lo chiamano ‘Note’. Insieme ai Cinghiali gioca da due anni nel ruolo di centrocampista.

    Adul Sam-on

    adul samon

    Adul Sam-on ha 14 anni e gioca nel ruolo di centrocampista. Il ragazzo parla diverse lingue ed è stato lui a comunicare in inglese con i sub che li hanno trovati.

    Mongkol Boonpiam

    Mongol

    Mongkol Boonpiam ha 14 anni: ama così tanto il calcio che anche quando non ci sono partite indossa la maglietta della sua squadra. In pratica si veste sempre con la divisa.

    Nattawut Takamsai

    Bambini nella grotta in Thailandia

    Nattawut Takamsai ha 14 anni e gioca nel ruolo di attaccante. Il suo nomignolo è ”Tle”.

    Pipat Bodhi

    Pipat Bodhi

    Pipat Bodhi ha 15 anni e fa il portiere ma non gioca abitualmente con i ‘Cinghiali’. ”Nick”, come viene chiamato dagli amici, si è unito al gruppo durante l’ultimo allenamento solo per trascorrere del tempo con l’amico ‘Bew’.

    Pornchai Kamluang

    Pornchai

    Pornchai Kamluang ha 16 anni e gioca nel ruolo di difensore. E’ conosciuto con il soprannome di ”Tee”.

    Peerapat Sompiangjai

    peerapat

    Peerapat Sompiangjai ha 16 anni e gioca nel ruolo di ala destra. Gli amici lo chiamano ”Night”. Proprio il giorno in cui sono rimasti intrappolati nella grotta era il suo compleanno.

    Ekaphol Chantawong

    Ekaphol Chantawong

    Ekaphol Chantawong ha 25 anni ed è l’allenatore che ha accompagnato i ragazzi a fare l’escursione dentro la grotta. Ha deciso di fare l’allenatore dopo aver abbandonato la ”carriera” di monaco buddista, in seguito alla malattia di sua nonna, a cui aveva promesso di prendersi cura di lei. Per aver portato i ragazzi nella grotta ha chiesto scusa ed è stato perdonato. I ragazzini lo adorano e sicuramente nei momenti più difficili all’interno della grotta li ha aiutati insegnando loro a mettere in pratica le regole del buddismo: meditazione, calma, minimo dispendio di energia e costante consapevolezza.