Donna di 52 anni aggredita e uccisa da un branco di cani randagi infestati dalle pulci

E' successo ad Ardmore, in Oklahoma: tutti e sette i cani sono stati soppressi. Appartenevano alla razza dei bassotti ed erano tutti di piccole dimensioni.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 15 giugno 2018

Donna di 52 anni aggredita e uccisa da un branco di cani randagi infestati dalle pulci
Foto Pixabay

In Oklahoma, una donna di 52 anni è stata brutalmente uccisa da un branco di 7 cani randagi infestati di pulci, che l’hanno aggredita provocandole ferite incurabili. La protagonista della drammatica vicenda si chiamava Tracy Garcia e con la sua scomparsa ha lasciato soli i suoi due figli. La feroce aggressione è avvenuta fuori dall’abitazione della donna ad Ardmore. Immediato l’intervento dei poliziotti che hanno sparato e ucciso uno dei cani del branco, gli altri sono stati catturati e successivamente abbattuti.

La 52enne è stata subito soccorsa dai paramedici e trasportata in ospedale, ma purtroppo a causa della gravità delle ferite riportate non c’è stato nulla da fare: la donna è morta poco dopo. Per quanto riguarda i cani invece, il medico che ha effettuato l’autopsia sui loro corpi, Amanda Dinwiddie, ha affermato che la ‘razza predominante era il bassotto standard’, che secondo un emittente locale, ‘hanno caratteristiche davvero notevoli come le loro gambe nodose, le ginocchia; son cani dalle zampe molto corte’. Tre dei randagi erano femmine e quattro erano maschi, nessuno di peso superiore ai 18 kg e di altezza oltre a un ginocchio umano.

La dottoressa Dinwiddie ha inoltre aggiunto che tutti i cani erano ricoperti di pulci e zecche, probabilmente per via del fatto che vivevano nei boschi. Sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta che sarà coordinata dall’ufficio del procuratore distrettuale.