Trova un teschio dietro casa e sua moglie gli dice: ‘E’ il mio ex marito, l’ho ucciso io’

Il primo marito era violento e alcolizzato. I resti erano lì da 21 anni

da , il

    Trova un teschio dietro casa e sua moglie gli dice: ‘E’ il mio ex marito, l’ho ucciso io’

    Un anziano signore residente in un villaggio nella regione di Omsk in Siberia approfittando della stagione buona, zappa alla mano, ha deciso di trasformare il terreno dietro casa in un piccolo orto. Scavando però ha trovato un teschio e delle ossa.

    Terrorizzato da quello che gli è sembrato subito il risultato di un crimine violento, ha chiamato sua moglie per avere conforto e consiglio. La donna 60enne con la quale è sposato da 20 anni gli ha dato una risposta da brivido: “Sono i resti del mio primo marito. L’ho sepolto lì 21 anni fa. Riseppellisci le ossa. Non pensarci più. E non dirlo alla polizia”.

    L’uomo in preda all’angoscia, e terrorizzato dal rischio di poter fare la fine del primo marito della consorte, dopo alcuni giorni di incertezza è andato alla polizia a chiedere aiuto. Al che la donna non ha potuto far altro che confessare e davanti agli agenti ha ammesso tutto: “Quello è il mio primo marito. L’ho ammazzato a colpi d’ascia e poi l‘ho squartato. Per l’ennesima volta era tornato a casa ubriaco e mi aveva picchiato. Così ho reagito e l’ho ucciso. Poi ho raccontato che una mattina era andato al lavoro e non era più tornato”.

    La donna è stata arrestata per omicidio, occultamento e vilipendio di cadavere. L’anziano marito è rimasto da solo a vivere nel piccolo villaggio siberiano. Ma tutto sommato gli è andata meglio che al primo marito.