Fa una foto alla figlia e scopre che ha un tumore all’occhio dai riflessi del flash

La piccola Presley è stata letteralmente salvata da una foto che ha messo in allarme la famiglia

Pubblicato da Kati Irrente Mercoledì 6 giugno 2018

Fa una foto alla figlia e scopre che ha un tumore all’occhio dai riflessi del flash

La piccola Presley Marshall è stata letteralmente salvata da una foto ”letta” da una fotografa che ha immediatamente allarmato i genitori della piccola. Il tutto è stato possibile grazie agli strani riflessi all’interno dell’occhio della bambina che erano così evidenti dalla foto-ricordo scattata dalla mamma. Dopo essersi rivolti ad alcuni esperti, i genitori della bambina hanno scoperto che la figlia aveva un retinoblastoma, un tumore che colpisce gli occhi anche in tenera età.

A far lanciare l’allarme alla fotografa che ha così allertato la mamma della piccola Presley è stato lo strano riflesso bianco in un occhio della piccola. I riflessi negli occhi causati dal flash delle macchine fotografiche, infatti, possono essere rossi, anzi sono sempre rossi, ma non possono mai essere bianchi.

Ecco perché la fotografa che ha visto la foto della bambina ha subito allertato i genitori consigliando loro di portare la piccola a fare una visita agli occhi, perché “poteva esserci qualcosa di serio”.

Dopo essere tornata a casa in Gran Bretagna dalla vacanza a Tenerife, alle Isole Canarie, la 33enne Sophie Findlay ha quindi deciso di portare la figlioletta a controllo da un oculista, e ha fatto una clamorosa scoperta, che le ha permesso di intervenire subito e salvare la figlia.

La piccola, nonostante non avesse alcun sintomo evidente, aveva un retinoblastoma all’occhio, che le avrebbe potuto causare la cecità. La bambina è stata quindi sottoposta immediatamente alle cure e alla chemioterapia, per alcuni mesi ha rischiato comunque la vista, ma poi è guarita, anche se per altri mesi dovrà continuare una terapia di controllo.

“Dobbiamo tutto ad Alessia, la fotografa – spiega Sophie – non c’erano sintomi, non ci saremmo mai accorti di niente per anni”, ha spiegato la mamma della bambina che ha voluto ringraziare la fotografa di Tenerife, che con il suo intervento ha permesso alla famiglia di poter procedere ai controlli che hanno di fatto salvato la piccola Presley