Cucina l’amante e lo serve al barbecue con gli amici

Secondo quanto riportato da Indy Star, Kelly M. Cochran, 34 anni, è stata condannata a 65 anni di carcere dopo aver ammesso di aver ucciso suo marito, Jason Cochran. Ma stava già scontando l'ergastolo per aver ucciso e smembrato un altro amante, Chris Regan, scomparso nel 2014.

Pubblicato da Kati Irrente Mercoledì 16 maggio 2018

Cucina l’amante e lo serve al barbecue con gli amici

Una donna dello stato dell’Indiana, già giudicata colpevole di aver ucciso il marito iniettandogli una dose letale di eroina prima di soffocarlo con un cuscino, potrebbe essere responsabile di altri nove decessi ritenuti sospetti, ma gli inquirenti sono anche convinti che sia stata lei a servire i resti cucinati del suo amante agli amici e vicini di casa (ignari) durante un barbecue.

Secondo quanto riportato da Indy Star, Kelly M. Cochran, 34 anni, è stata condannata a 65 anni di carcere dopo aver ammesso di aver ucciso suo marito, Jason Cochran. Ma stava già scontando l’ergastolo per aver ucciso e smembrato un altro amante, Chris Regan, scomparso nel 2014.

Un prossimo documentario intitolato “Dead North”, messo in onda il 28 e 29 maggio su Investigation Discovery, analizza altri possibili omicidi che potrebbero essere collegati a Cochran. La famiglia della donna ha detto agli investigatori che potrebbe aver ucciso almeno nove persone e seppellito i loro corpi in tutto il Midwest.

I suoi amici e familiari hanno anche raccontato agli investigatori la storia sconvolgente di come Cochran avrebbe servito i resti di Regan ai suoi vicini, durante un festoso barbecue.

La capo della polizia di Iron River, Laura Frizzo, che ha indagato sulla scomparsa di Regan, ha detto di aver incontrato Cochran e suo marito in passato. L’investigatore ha appreso che la Cochran aveva una relazione con Regan ma il caso ha cominciato a diventare fumoso quando Jason Cochran è morto nel febbraio 2016 per sospetta overdose. Più tardi, gli investigatori hanno scoperto che è stato ucciso da sua moglie.

Cochran ha ammesso che lei e suo marito hanno attirato Regan nella loro casa, gli hanno sparato e lo hanno smembrato, prima di spargere i suoi resti nei boschi. Cochran ha detto che lei e suo marito avevano fatto una specie di “patto” per “uccidere chiunque fosse coinvolto nelle loro relazioni extraconiugali”.

Ma il patto a un certo punto non ha retto, Cochran ha detto in tribunale che era arrabbiata con suo marito e lo ha ucciso per vendetta, per aver ucciso Regan. È stata condannata all’ergastolo a maggio 2017 per l’omicidio di Regan, quando già il 18 aprile era stata ritenuta colpevole per l’uccisione del marito.

Ma la storia raccapricciante continua: il fratello di Cochran ha detto agli investigatori che temeva che sua sorella fosse un serial killer e che probabilmente ai vicini sono stati serviti resti umani cotti al barbecue.

Il punto è che la storia resta piena di mistero, Kelly ha ammesso di avere altri amanti “sepolti in Indiana, Michigan, Tennessee e Minnesota”; tuttavia, sia le identità che i possibili posti in questi corpi ‘riposano’ restano un giallo ancora oggi.