Alla deriva nell’oceano, viene guidata e salvata dalla voce del ragazzo morto

La ragazza è riuscita a salvarsi dopo 41 giorni alla deriva, grazie alla voce del fidanzato che, come lei stessa a raccontato, la 'guidava', sostenendola e dandole coraggio. La sua storia narrata in un libro è diventata un film

da , il

    Alla deriva nell’oceano, viene guidata e salvata dalla voce del ragazzo morto

    La storia di Tami Oldham e Richard Sharp è stata raccontata nel film Adrift diretto da Baltasar Kormákur. E’ una storia drammatica, la storia di un naufragio che ha portato i protagonisti a dividersi. Tami Oldham Ashcraft è riuscita a sopravvivere, mentre il fidanzato Richard è morto dopo che lo yacht della coppia è stato investito dall’uragano Raymond che si è abbattuto nell’Oceano Pacifico. La ragazza è riuscita a salvarsi dopo 41 giorni alla deriva, grazie alla voce del fidanzato che, come lei stessa a raccontato, la ‘guidava’, sostenendola e dandole coraggio.

    Era il 2013. Tami aveva 23 anni quando ha vissuto un’esperienza che ha segnato per sempre la sua esistenza e il suo futuro. Per 41 giorni è stata alla deriva, da sola, in una imbarcazione semi-distrutta e in balia delle onde nell’Oceano Pacifico.

    Lo yacht su cui si trovava insieme al fidanzato Richard era stato preso in pieno da un uragano, l’uragano Raymond. Il giovane aveva fatto appena in tempo a dire alla ragazza di ripararsi sottocoperta quando l’imbarcazione era stata capovolta dalla furia della natura.

    Il ragazzo era stato risucchiato dalle acque, mentre lei, svenuta, si era risvegliata un giorno dopo con una grave ferita in testa e con la tentazione di lasciarsi andare.

    Invece ha lottato per la sopravvivenza, sostenuta dalla ‘voce’ del ragazzo morto che le riecheggiava in testa e le diceva di non mollare, di tenere duro e andare avanti. A volte le ‘voci’ erano dei genitori che la esortavano a ingegnarsi per fare qualcosa, per salvarsi da quel destino che sembrava segnato.

    E lei non si è arresa, per 41 giorni non si è fatta abbattere dalle avversità ed è riuscita a sopravvivere alla deriva prima di giungere alle Hawaii, dove è stata poi soccorsa e salvata.

    La ragazza, che si occupava insieme al fidanzato 34enne di riparare imbarcazioni e di consegnarle ai legittimi proprietari, ha raccontato, qualche anno dopo la tragedia, la sua esperienza nel libro “Red Sky In Mourning”, racconto che è poi diventato un film in uscita il prossimo 1° giugno negli Stati Uniti, dal titolo Adrift (Alla deriva).

    Tami nel frattempo si è sposata e ha avuto un figlio, ma non potrà mai dimenticare le parole di Richard che ancora oggi riecheggiano nella sua mente: “Sarò sempre con te”.

    E commenta così, con un ultimo ricordo, la sua storia: “Mentre sorge l’alba e la nave di soccorso mi sta venendo incontro, so che il mio incredibile viaggio contro tutte le probabilità mi ha sicuramente insegnato una cosa. Anche nelle nostre ore più buie, anche nel deserto, davvero, non siamo mai soli”.