29enne americana vive con uno scarafaggio nell’orecchio per 9 giorni

'Sentivo il rumore delle zampette mentre uscivano dal condotto uditivo, qualcosa di orribile e disgustoso', ha raccontato la ragazza.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 8 maggio 2018

29enne americana vive con uno scarafaggio nell’orecchio per 9 giorni
Foto Facebook

La storia di Katie Holley, 29enne statunitense, è una di quelle che mette i brividi: appena si è trasferita nella sua nuova casa di Melbourne, in Florida, durante una notte di metà aprile scorso, uno scarafaggio si è intrufolato nel suo orecchio. La giovane si è svegliata di soprassalto con una sensazione strana: ‘Una cosa gelida mi era entrata nell’orecchio e scivolava dentro, la sentivo muoversi’. Per riuscire a rimuovere completamente l’insetto dal suo condotto uditivo ci sono voluti 9 giorni.

Katie HolleyFoto Facebook

Si tratta di un’eventualità abbastanza rara, ma non in una zona come la Florida, molto calda e umida, dove la presenza degli scarafaggi è massiccia. Inoltre, secondo alcuni studiosi gli scarafaggi cercherebbero cibo ovunque e non escluderebbero nemmeno il cerume. Katie dopo quella terribile notte ha continuato ad avere fastidi che andavano peggiorando: ha provato anche a rimuovere quel qualcosa che aveva nell’orecchio con un cotton fioc e a quel punto si è accorta che aveva rimosso due zampette nere. Il sospetto che si trattasse di un insetto è stato poi confermato dal marito, che dice di aver visto proprio lo scarafaggio.

Il fastidio aveva iniziato a trasformarsi in un dolore che diventava via via sempre più intenso: Katie decide così di correre in ospedale. I medici hanno dapprima ucciso l’insetto con un anestetico letale, poi hanno iniziato a estrarre le varie parti dello scarafaggio: ‘Ci ha messo 20 secondi, ho visto i resti e mi sembravano quelli di un piccolo insetto’. Katie rasserenata torna a casa con gocce e antibiotici da applicare nei giorni successivi, per evitare lo sviluppo di qualche infezione.

Purtroppo però per la ragazza l’incubo non si era ancora concluso: il dolore purtroppo non accennava a diminuire, aveva persino una sensibilità e ridotta e le sembrava anche di non sentire bene. Katie decide così di andare da uno specialista che dopo averla visitata le ha estratto dall’orecchio: altre gambe, una testa, un tronco e le antenne. ‘Sentivo il rumore delle zampette mentre uscivano dal condotto uditivo, qualcosa di orribile e disgustoso’, ha raccontato la ragazza.