Barrichello e il tumore: ‘Sono vivo per miracolo’

''Sono fortunato, sono stato subito operato. Quando ho lasciato l'ospedale mi hanno spiegato che solo il 14% dei pazienti ne esce recuperato al 100%'', ha raccontato il pilota brasiliano in un'intervista

da , il

    Barrichello e il tumore: ‘Sono vivo per miracolo’

    Rubens Barrichello ricorda la malattia che lo ha colpito lo scorso mese di gennaio, quando in seguito a un mal di testa fortissimo ha scoperto di avere un tumore. L’ex pilota della Ferrari ha raccontato la sua storia durante la trasmissione di Globo tv, un programma brasiliano dal titolo “Conversa com Bial”. In pochi punti ha ricordato come ha scoperto della grave malattia che lo aveva colpito e come è riuscito a superare i momenti più difficili, definendosi un vero “miracolato”.

    Il racconto di Barrichello sul suo tumore comincia da una mattina di gennaio scorso: ”Quella mattina ero a casa, ero sotto la doccia, quando improvvisamente h avvertito un forte dolore alla testa, un dolore lancinante. Da 0 a 10 è stato un mal di testa pari a 9, un dolore che mi stava spaccando la testa. Sentivo come se stesse esplodendo”.

    Il pilota prosegue: ”Mi ritrovai accasciato per terra. Era presto e non volevo svegliare nessuno, mi sono trascinato verso la camera da letto ma il dolore era così lancinante e non mi passava… Allora ho deciso di avvertire mia moglie e di andare all’ospedale”.

    ”Ci vollero un po’ di minuti prima di riuscire a raggiungere mia moglie Silvana per chiederle aiuto. Ricordo che il dolore alla testa era davvero insopportabile e subito avevo capito che si trattava di un problema serio, proprio perché non passava”, sottolinea l’ex pilota di Formula Uno.

    ”Un amico medico a cui mi rivolsi aveva subito capito che non stavo bene e soprattutto ha subito intuito la gravità della mia situazione. Sono stato fortunato, sono stato subito operato. Quando ho lasciato l’ospedale i medici mi hanno spiegato che solo il 14% dei pazienti con la mia stessa patologia ne esce recuperato al 100%”, ha raccontato il pilota brasiliano.

    Barrichello ha poi svelato le sue paure mostrando alle telecamere la vistosa cicatrice sul collo: ”Dopo il sollievo per averla scampata ho temuto di non poter più correre, ma fortunatamente non è stato così”.

    Alla fine della trasmissione, Barrichello ha condiviso su Instagram alcuni secondi di un video ripreso nello studio televisivo insieme all’amico conduttore Pedro Bial.