Assume un farmaco e diventa gay, la strana storia di Scott Purdy

Dopo aver iniziato ad assumere il Pregabalin ha iniziato ad aver voglia di attenzione maschile

Pubblicato da Riccardo Mantica Lunedì 16 aprile 2018

Assume un farmaco e diventa gay, la strana storia di Scott Purdy

Un ragazzo di 23 anni, Scott Purdy, afferma di essere diventato gay dopo aver iniziato ad assumere uno specifico antidolorifico. Purdy, di Louth nel Lincolnshire, ha iniziato a prendere Pregabalin, noto anche come Lyrica, dopo un incidente sul go-kart. Ora di dice di essere attratto dagli uomini ed è stato costretto ad interrompere la sua relazione con la fidanzata in quanto il farmaco ha “ucciso” la sua libido nei confronti delle donne.

Che cos’è il Pregabalin

Il Pregabalin è un farmaco a prescrizione che viene utilizzato per trattare una varietà di problemi che includono ansia, epilessia e dolore al cervello. La perdita di libido e sbalzi d’umore sono elencati nella lista dei possibili effetti collaterali. E’ stato associato a cambiamenti dell’umore, a comparsa di depressione fino a ideazione e comportamenti volti al suicidio. Ma è totalmente assente dalla lista dei potenziali effetti collaterali, la possibilità che l’orientamento sessuale abbia una svolta completa e inaspettata.

Il racconto di Purdy

A Scott era stato appunto prescritto il farmaco dopo che ad inizio anno si era rotto un piede a causa di un incidente sui go-kart. Questione che lascia perplessi ma che non possiamo commentare per mancanza di informazioni sulla gravità delle lesioni subite. Scott afferma quindi che il medicinale lo ha reso disinteressato alle donne e lo ha spinto a lasciare la sua fidanzata perché si rendeva conto che gli piacevano gli uomini: “Le ho detto, non so davvero cosa mi sta succedendo, mi piacciono gli uomini e non posso stare con te” – prosegue poi il ragazzo – “Un paio di settimane dopo aver iniziato a prendere il farmaco mi sono voltato verso di lei e le ho detto che non la trovavo più attraente fisicamente. Sapeva che assumevo Pregabalin“.

A prescindere da quella conversazione piuttosto imbarazzante Scott vive ora la sua vita come un gay, ma continua a sensibilizzare su ciò che dovrebbero comunicare i produttori del farmaco. Ovvero su quello che questo farmaco potrebbe indurre sessualmente: “Penso solo che le persone dovrebbero saperlo” – dice Scott – “Mi ci è voluto un po’ per capire di cosa si trattava. Ho smesso di prenderlo per un paio di settimane e il desiderio per gli uomini se n’è andato. Ma ora ci sto lavorando, sono molto felice, voglio continuare a prenderlo perché mi fa sentire felice della mia sessualità, mi ha fatto sentire libero. Il Pregabalin è anche usato per controllare la paranoia e l’ansia, mi rende mentalmente aperto e non mi fa infastidire su ciò che la gente pensa o dice“.