YouTube: donna spara contro la sede in California e poi si uccide. Era arrabbiata perché non le pagavano i video

Nasim Aghdam, 39enne iraniana animalista e vegana, era da tempo in lite con il colosso statunitense poiché era convinta che la piattaforma censurasse i suoi contenuti e volesse chiudere il suo canale. La Polizia ha evacuato l'interno stabile. In ospedale sono finite 4 persone.

da , il

    YouTube: donna spara contro la sede in California e poi si uccide. Era arrabbiata perché non le pagavano i video

    Tensione in California: una donna ha sparato alcuni colpi di arma da fuoco contro la sede di YouTube a San Bruno, nella Baia di San Francisco, ferendo 4 persone. Poi si è tolta la vita. La Polizia ha spiegato che la responsabile della sparatoria, Nasim Aghdam, 39enne di origine iraniana, ha sferrato colpi a caso contro le persone nelle vicinanze, non aveva obiettivi specifici e non conosceva i feriti. Il movente della sparatoria è da ricondurre a una lunga disputa in corso tra la donna e la compagnia statunitense.

    La disputa con YouTube

    Secondo quando riferito dal padre della 39enne al Bay Area News Group, la figlia era in lite con il colosso californiano, perché da tempo non le pagava più i video che postava sulla piattaforma. La YouTuber, iraniana animalista e vegana, attiva con il nome online di Nasime Sabz lamentava da tempo che YouTube volesse sopprimere il suo profilo. In molti video pubblicati negli ultimi anni attacca senza mezzi termini le politiche di YouTube, che a suo avviso avrebbe censurato i suoi contenuti. ‘Non ci sono eque opportunità di crescita né su YOUTUBE né su qualsiasi altro sito di video sharing, il tuo canale crescerà solo se lo vogliono loro!!!!!’, scriveva Aghdam.

    La sparatoria

    Sono stati gli stessi dipendenti del quartier generale di YouTube ad avvisare la Polizia della sparatoria. Tutto è iniziato poco prima delle 13 ora locale: la donna si sarebbe avvicinata al cortile esterno di una caffetteria degli uffici di San Bruno, a quel punto ha aperto il fuoco con una pistola 9 mm. La polizia ha evacuato l’intero complesso di Youtube, dove lavorano 1.700 dipendenti. Secondo quando riferito dalla Cbs, attualmente sono ricoverati in ospedale un 36enne in condizioni critiche, una 32enne in condizioni gravi e una 27enne in condizioni stabili. Una quarta persona sarebbe in ospedale con un problema sanitario ordinario.