Postano la foto dell’addio al nubilato, muoiono tutte in un incidente col jet privato

Mina Basaran, figlia di un magnate turco, e le sue amiche sono tragicamente morte nello schianto del jet privato che le stava riportando a casa dopo i festeggiamenti dell'addio al nubilato. L'aereo ha preso fuoco, i corpi sono stati trovati carbonizzati. Per identificarli serviranno le indagini del dna.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Lunedì 12 marzo 2018

Postano la foto dell’addio al nubilato, muoiono tutte in un incidente col jet privato
FOTO INSTAGRAM

Mina Basaran, figlia del proprietario dell’omonima holding turca, nonché ex presidente del Trabzonspor calcio, ha festeggiato il suo addio al nubilato insieme alle sue amiche: foto e video postati su Instagram mostrano l’alto tasso di divertimento delle ragazze. Purtroppo però i loro sorrisi sono stati stroncati da un tragico incidente: sono morte tutte nello schianto del jet privato su cui viaggiavano al ritorno dai festeggiamenti. Nessuno si è salvato, nemmeno l’equipaggio.

Secondo quanto riferito dai media locali, il jet privato su cui viaggiavano Mina Basaran e le sue amiche, era partito da Sharjah, negli Emirati Arabi Uniti, ed era diretto a Istanbul, ma all’improvviso è scomparso dal radar. Poco dopo è giunta la tragica notizia che il jet si era schiantato su una montagna nella provincia sudovest di Chahar Mahal-Bakhtiari, a 400 km da Teheran. Purtroppo i soccorritori sono riusciti a raggiungere il luogo dello schianto soltanto diverse ore dopo l’incidente, per colpa delle proibitive condizioni atmosferiche. L’aereo è stato travolto dalle fiamme, all’interno i corpi sono stati trovati carbonizzati, proprio per questo sarà necessario effettuare le indagini del dna per poterli identificare.

Mina Basaran aveva pubblicato sul suo account Instagram una foto della festa dell’addio al nubilato: tutte insieme, occhiali da sole e accappatoio. C’è anche un video, in cui le ragazze si divertono al concerto di Rita Ora, in un famoso nightclub di Dubai. Dopo, il nulla. Anche Mina rivestiva un ruolo all’interno dell’azienda del padre.