Rifugiato siriano uccide la moglie e in diretta Facebook minaccia: ‘Così finiscono tutte le donne che irritano i mariti’

L'uxoricida, subito dopo l'assassinio a colpi di coltello, ha avviato una diretta Facebook in cui mostra il sangue della sua vittima e inveisce contro le donne di tutto il mondo

da , il

    Rifugiato siriano uccide la moglie e in diretta Facebook minaccia: ‘Così finiscono tutte le donne che irritano i mariti’

    Il nuovo caso di femminicidio arriva dalla Germania, in particolare da Mühlacker, città del land Baden-Württemberg. Qui un rifugiato siriano di 41 anni ha ammazzato a colpi di coltello la moglie di 37 anni e subito dopo, imbrattato ancora del suo sangue, ha avviato una diretta Facebook tramite il suo smartphone. Nel video si sente l’uomo inveire, con parole d’odio, verso le donne di tutto il mondo. E facendo riferimento all’omicidio della moglie, dice senza ombra di pentimento: “Così devono finire tutte le donne che irritano o infastidiscono i loro mariti, condividete il video con più gente possibile”. La donna aveva di recente chiesto e ottenuto la separazione dal coniuge.

    La notizia è stata diffusa dal giornale Al-Arabiya, che ha anche precisato che l’uomo, in un primo momento datosi alla fuga insieme al figlio più piccolo, è stato poi arrestato dalla polizia che era stata allertata dalla figlia più grande.

    Il procuratore capo, Bernhard Ebinge, ha assicurato che l’uomo è attualmente in carcere.