Sparatoria Michigan: due morti, killer in fuga

La sparatoria sarebbe avvenuta al quarto piano di un edificio che fa parte del Campus universitario della città americana

Pubblicato da Kati Irrente Venerdì 2 marzo 2018

Sparatoria Michigan: due morti, killer in fuga
via Twitter / foto

Due persone sono state uccise in una sparatoria in Michigan, precisamente nei pressi della Central Michigan University. L’autore della sparatoria, che i poliziotti hanno detto essere un ragazzo di colore di 19 anni che corrisponderebbe al nome James Eric Davis, si è dato alla fuga. Al momento è ricercato. Le due vittime, a quanto riferito dalla polizia, non sarebbero studenti del Campus. Inoltre, dalle prime indiscrezioni, pare che la sparatoria, secondo le autorità, sarebbe avvenuta per ‘motivi familiari’.

La sparatoria in Michigan è avvenuta intorno alle 9 ore locali (le 16 in Italia) nell’edificio ‘Campbell Hall’, ossia un dormitorio del Campus universitario della città americana, dove studiano circa 23mila studenti. Il campus si trova a Mount Pleasant, a circa 110 km a nord di Lansing, nel cuore della regione dei Grandi Laghi.

“Il sospetto è un 19enne nero, alto circa un metro e ottanta. Indossa jeans color senape e una felpa con cappuccio blu. Potrebbe essersela tolta. È ritenuto armato e pericoloso. Se lo vedete, non avvicinatelo. Chiamate il 911”. Così la polizia di Mount Pleasant ha scritto anche su Twitter a proposito del presunto responsabile della sparatoria alla Central Michigan University.

Intanto, l’ateneo ha confermato su Twitter che due persone sono morte per essere state colpite da spari alla Campbell Hall del campus. “Non si tratta di studenti e la polizia ritiene i fatti siano iniziati da un problema familiare. Non ci sono altri feriti”, ha scritto l’università.