Selfie con una balena morta e incisioni sulla carcassa: indignazione in Cile

Polemiche nel paese sudamericano dopo che molte persone si sono scattate le foto sul dorso di una balena morta arenata sulla spiaggia a circa 117 chilometri dalla città di Punta Arenas. Sulla pelle del cetaceo qualcuno ha anche inciso il suo nome. Il tutto nella giornata mondiale per la protezione delle balene

Pubblicato da Lorena Cacace Lunedì 26 febbraio 2018

Selfie con una balena morta e incisioni sulla carcassa: indignazione in Cile
Le immagini postate da Sernapesca/Twitter

Il Cile si spacca dopo la denuncia di Sernapesca, il Servizio nazionale per la pesca, lanciato su Twitter dove si vedono alcune persone farsi dei selfie su una balena morta, arenatasi a circa 117 chilometri dalla città di Punta Arenas, nella provincia di Magallanes. “La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali”, si legge nel tweet, con una citazione attribuita al Mahatma Gandhi. Non bastassero le foto a fianco di un animale morto, alcune persone hanno pensato di incidere delle frasi sulla carcassa. La vicenda ha fatto scalpore non solo perché è il primo esemplare di tale stazza che si arena su quel tratto di costa ma anche perché lo scempio sul cadavere è avvenuto due giorni prima della giornata mondiale della balena.

Al momento le indagini sono in corso. Il direttore del Sernapesca ha dichiarato alla Cnn che quando la squadra è arrivata sul posto l’animale era già morto. Ancora non è chiaro se il cetaceo sia morto in mare o perché si è arenato. Rimane lo sconcerto per il mancato rispetto nei confronti di un animale, tra l’altro in via di estinzione: l’ente sta valutando se emettere sanzioni contro i responsabili.