‘Egoista, togli il parcheggio a un disabile’, ma la nota è rivolta proprio a una ragazza con disabilità

La persona che ha scritto la nota in questione, non avendo visto la giovane ragazza di 23 anni in carrozzina, ha pensato non avesse il diritto di occupare il posto riservato

Pubblicato da Kati Irrente Venerdì 23 febbraio 2018

‘Egoista, togli il parcheggio a un disabile’, ma la nota è rivolta proprio a una ragazza con disabilità

Un automobilista ha lasciato una nota scritta sulla macchina di una giovane disabile accusando lei e sua madre di essere “egoiste” per aver usato uno spazio riservato a persone con disabilità mentre andavano a fare shopping. Evidentemente la persona che ha scritto la nota in questione, non avendo visto la giovane ragazza di 23 anni in carrozzina, ha pensato non avesse il diritto di occupare il posto riservato.

Alan, il padre della giovane che vive con la famiglia a Reading, Berkshire, ha definito ‘ignorante’ l’autore della nota e ha ribadito che sua figlia Paige Tanner ha un badge del tutto regolare per poter parcheggiare nei posti riservati.

La ragazza è infatti affetta da tetrasomia 18p, che è una anomalia cromosomica (ha 47 cromosomi invece di 46) caratterizzata, tra l’altro, da deficit cognitivo e ritardo della crescita. Questa condizione la porta ad avere costantemente bisogno di cure durante tutta la sua vita perché “è incapace di fare qualsiasi cosa per se stessa”, ribadisce il genitore.

La famiglia ha raccontato la vicenda al MailOnline: “Pensiamo che la persona che ha lasciato quel biglietto sia veramente un codardo, un vigliacco e un ignorante. Mi piacerebbe che la gente vedesse mia figlia per una settimana e poi capirebbero perché ha bisogno di quel tagliando per i parcheggi”.

E ancora: “Devi essere su una sedia a rotelle affinché le persone riconoscano che sei invalido?”. Tutto questo è assurdo, ribadisce il padre di Paige: “Non dovresti giudicare un libro dalla copertina. Inoltre, si vede che mia figlia è gravemente disabile ed è ignorante chi non lo nota. Mia moglie Julie dedica la sua vita a fare la badante a tempo pieno di Paige, perché lei non può badare a se stessa, prendersi cura della propria igiene o camminare per lunghe distanze.

Il messaggio di Alan Tanner prosegue: “Vorrei chiarire certe cose alle persone e fare capire loro che la disabilità si presenta in diversi modi e in tutte le forme. Per la mia famiglia vorremmo delle scuse da parte di questa persona che ha lasciato il biglietto, ma non penso che arriveranno mai”.

Infatti il signor Tanner ha pubblicato un messaggio indirizzato all’automobilista sul suo account Facebook, scrivendo: “Alla persona che ha scritto questo messaggio, non giudicare a meno che tu non conosca tutti i dettagli della disabilità di qualcuno”. E conclude: “Paige non è una bambina, come hai scritto tu, ma una ragazza adulta di 23 anni che ha una grave disabilità mentale e richiede sempre un sostegno quotidiano”. E soprattutto, il suo badge blu per parcheggiare è validissimo.