Muore a 2 anni in attesa del trapianto di cuore: l’abbraccio con i genitori nell’ultima foto

Adalynn Rogers aveva due anni ed era in attesa di un trapianto per via di una malformazione cardiaca, ma è deceduta poco prima dell'operazione: in ospedale una fotografa ha colto l'ultimo abbraccio dei genitori e dei fratellini al corpo già esanime. L'immagine, pubblicata sulla sua pagina, è diventata virale

Pubblicato da Redazione NanoPress Lunedì 5 febbraio 2018

Muore a 2 anni in attesa del trapianto di cuore: l’abbraccio con i genitori nell’ultima foto
La foto dell’ultimo abbraccio ad Adalynn/Facebook

Adalynn Rogers aveva due anni ed era in attesa di un trapianto di cuore quando è morta lo scorso 26 gennaio al Vanderbilt Children’s Hospital di Nashville, Tennessee. A cogliere il dolore e lo strazio dell’ultimo saluto dei genitori e dei fratellini, stretti in un abbraccio al corpo già esanime della piccola, è stata una fotografa, Suha Dabit, mamma a sua volta di una bambina che aveva subìto un trapianto: l’immagine, pubblicata sulla sua pagina World of broken hearts – dedicata ai piccoli malati di cuore e alle loro storie – è diventata virale, facendo il giro del web.

Adalynn era nata con una malformazione cardiaca ed era in attesa di un trapianto. Per questo, i medici le avevano impiantato un dispositivo di assistenza ventricolare che le aveva permesso di vivere in attesa di un cuore nuovo. Purtroppo, lo stesso impianto aveva provocato delle complicazioni, causando un coagulo di sangue con conseguenti danni cerebrali tali da non renderla più idonea all’intervento.

Tenuta in vita artificialmente, la piccola Adalynn si è spenta in pochi giorni. I genitori e i tre fratellini si sono così stretti intorno a lei e le hanno dato l’ultimo abbraccio: la fotografa, che si trovava in ospedale, ha scattato le immagini di quel saluto straziante e le ha condivise.

“Non ci sono parole per descrivere il dolore e l’amore a cui ho assistito”, ha raccontato. “Vorrei che nessuna famiglia dovesse passare questo strazio, ma succede ogni giorno. Sebbene sapessi che sarebbe stato estremamente duro scattare quelle foto sapevo che queste sarebbero stati i suoi ultimi ricordi. So che loro odieranno e ameranno queste immagini per sempre”, le sue parole.