Attentato a Melbourne, auto sui passanti: almeno 19 feriti e due arresti

Terrore a Melbourne, in Australia, dove un’auto si è lanciata sui passanti in pieno centro. Di almeno 19 feriti il bilancio, tra cui un bambino in gravi condizioni. Due persone arrestate: il conducente e un altro uomo, con i capelli neri e la barba lunga. Probabile che si tratti di attentato terroristico

Pubblicato da Francesco Minardi Giovedì 21 dicembre 2017

Terrore a Melbourne, in Australia, dove un’auto si è lanciata sui passanti in pieno centro. Di almeno 19 feriti il bilancio, tra cui un bambino, in gravi condizioni. Due persone sono state arrestate: il conducente e un altro uomo, con i capelli neri e la barba lunga. Probabile che si tratti di attentato terroristico.
L’attentato a Melbourne ripropone una dinamica già vista negli ultimi anni, con veicoli lanciati sui pedoni. È accaduto alle 16:30 locali sulla Flinders Street, all’angolo con Elizabeth Street, in pieno centro, vicino a una delle stazioni principali. Tanta la gente in strada, considerato anche il periodo natalizio.

All’improvviso un suv si è lanciato sui pedoni, investendone tanti prima di interrompere la corsa. I media australiani hanno già diffuso le prime testimonianze: «Andavano giù e c’era gente che volava ovunque», ha detto un testimone. «L’auto è passata con il rosso a tutta velocità e poi è stato solo bang, bang, bang. Uno dopo l’altro. C’erano persone stese a terra ed altre che cercavano di aiutarle. Un caos», racconta un altro. «L’incidente sarà durato circa 15 secondi». Un passante ha raccontato che il suv si è lanciato sulla folla deliberatamente, accelerando all’ultimo momento proprio un attimo prima di finire contro le persone.

Attentato a Melbourne: almeno 19 feriti

Per strada scene di caos e panico. Di 19 feriti il primo bilancio che, come sempre in questi casi, potrebbe aggravarsi. Tra i feriti dell’attentato a Melbourne anche un bambino, in gravi condizioni dopo essere stato colpito alla testa.

Attentato a Melbourne: due arresti

La polizia ha arrestato due persone, il conducente del suv e un uomo ripreso in ginocchio per terra. Capelli e barba lunga potrebbero far pensare a un estremista islamico, ma non ci sono ancora conferme in merito. Ricordiamo che l’Isis aveva già tentato di colpire Melbourne a giugno 2017, quando un uomo aveva preso in ostaggio una donna, dopo aver ferito tre poliziotti.

https://twitter.com/RitaPanahi/status/943736450725527552