Bnl al Maker Faire con ‘Credit Biz’, app per il credito digitale

App, droni, robot e macchinari digital fabrication: si è tenuta a Roma la fiera 'Maker Faire'

Pubblicato da Kati Irrente Martedì 12 dicembre 2017

Bnl al Maker Faire con ‘Credit Biz’, app per il credito digitale

Anche Bnl ha partecipato al Maker Faire, la più importante kermesse sull’innovazione tecnologica, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, giunta alla quinta edizione. I visitatori hanno potuto fare un viaggio nell’innovazione a 360 gradi, dalla robotica alla salute passando per l’agricoltura e l’alimentazione. La novità di cui parliamo si basa su nuove soluzioni di finanziamento, credito e consulenza finanziaria sfruttando le potenzialità e vantaggi delle app digitali.

Al Maker Faire che si è tenuta a Roma, Bnl ha presentato ‘Credit Biz’, la app per il credito digitale con cui il gruppo bancario rilancia l’attenzione e l’impegno verso l’innovazione delle imprese. La nuova piattaforma creditizia si rivolge ai clienti Small Business che, secondo le stime dell’istituto di credito, potranno crescere fino a 57 mila entro il 2020. Una sfida importante, non solo per l’innovazione creditizia, ma anche per la crescita della piccola e media imprenditoria.

Ma cos’è “Credit Biz”, l’innovativo credito digitale che si richiede e si ottiene interamente via smartphone? “Credit Biz è qualcosa di totalmente nuovo nel mondo del credito per il mercato delle piccole imprese e gli artigiani. Il vantaggio sta proprio nella richiesta di un credito tramite un’app”, ha spiegato Pascale Devriese, responsabile Offerta Digitale Small Business Bnl –Bnp Paribas Italia.

“Credit Biz – ha aggiunto Devriese – è il nuovo modo per accedere ad un credito semplice o di piccolo importo, senza l’obbligo di andare in filiale diverse volte. Per un artigiano, un imprenditore il vantaggio di questa nuova soluzione sta nella velocità e la semplicità di inviare tutta la documentazione necessaria in digitale”. Per supportare il cliente l’app prevede una chat per rimanere in contatto con la banca, fare le domande e risolvere qualsiasi dubbio.

Poche e semplici le fasi illustrate durante il talk dal titolo “Mi sono finanziato con un’app”. “Dopo la simulazione del credito – ha spiegato Devriese – in meno di due minuti l’utente riceve una risposta sulla fattibilità per accedere al credito e, successivamente l’invio della documentazione avviene sempre tramite l’app. Solo alla fine del processo, nell’arco di cinque o massimo sette giorni, il cliente andrà in agenzia per firmare il suo contratto di credito”. Una semplificazione comoda e sicura.

In collaborazione con AdnKronos