Strage Las Vegas, le vittime del massacro al concerto country

L'ultimo bilancio delle vittime del killer di Las Vegas è di 59 morti e 527 feriti. La furia omicida di Stephen Paddock si è abbattuta con rabbia cieca sulla folla che stava assistendo al festival di musica country: i primi nomi di chi ha perso la vita nel massacro al Mandalay Bay hotel di Las Vegas

Pubblicato da Lorena Cacace Martedì 3 ottobre 2017

Il bilancio delle vittime della strage di Las Vegas si è fermato, per il momento, a 59 morti e 527 feriti, di cui alcuni gravi: la furia omicida del killer della porta accanto, Stephen Paddock, si è accanita su una folla inerme di persone che stava solo assistendo a un festival di musica country e ha fatto il maggior numero possibile di morti, continuando a sparare per venti minuti. Sotto i colpi delle sue armi sono caduti giovani innamorati, madri single, poliziotti nella loro serata libera, studentesse che avevano appena iniziato a vivere la loro indipendenza o donne mature che sognavano di fare un viaggio a Las Vegas. Il massacro al concerto country al momento rimane senza un movente: ancora c’è da capire cosa ha spinto un pensionato 64enne senza un solo precedente, se non qualche multa, a imbracciare dei fucili e falciare gente innocente.

Tra la camera del Mandalay Bay, l’hotel che si affacciava sul festival e da cui ha sparato, e la sua abitazione di Las Vegas, la Polizia ha trovato 42 fucili, un arsenale di armi semi automatiche e automatiche (mitra compresi) che lascia pochi dubbi sulla volontà di compiere una strage.

Mentre gli Stati Uniti piangono le vittime dell’ennesima sparatoria di massa (mass shooting in inglese) e si interrogano sulla facilità di acquistare armi, di qualunque tipo, emergono i primi nomi delle vittime della strage di Las Vegas in quella che è solo una lista parziale: eccoli.

Strage Las Vegas, le vittime

Sonny Melton, 29 anni, da Paris, Tennessee. Era al concerto con la moglie Heather per festeggiare il loro primo anniversario di matrimonio: quando si è accorto degli spari, ha fatto scudo col suo corpo alla moglie, salvandola.

Jessica Klymchuck, 28 anni, da Valleyview, Alberta. Libraia e madre single, era al concerto col fidanzato: lascia 4 figli.

Rachel Parker, poliziotta di 33 anni da Manhattan Beach, California: era in vacanza.

Adrian Murfitt, 35 anni, da Anchorage, Alaska. Era felicissimo di andare a Las Vegas per il concerto: è morto tra le braccia dell’amico Brian.

Quintin Robbins, 20 anni, da Henderson, Nevada. Studente lavoratore, aveva lavorato come assistente presso le autorità della sua cittadina e allenava la squadra di football del fratello minore.

Lisa Romero-Muniz, 48 anni, da Gallup, New Mexico: era la segretaria del liceo locale.

Jordan McIldoon, 23 anni, da Maple Ridge, British Columbia, Canada. Era al concerto con la fidanzata: Heather Gooze, una donna presente al festival, ha raccontato a CBC News che gli è morto tra le braccia.

Denise Burditus, 50 anni, da Martinburg, West Virginia. Era al concerto col marito Tony e aveva postato un selfie dal concerto, prima della strage: è morta tra le braccia del marito.

Angie Gomez, 20 anni, da Riverside, California. Studentessa modello e cheerleader, era al concerto col fidanzato.

Bailey Schweitzer, 20 anni, da Bakersfield, California. Da poco diplomata, lavorava nell’azienda di trasporti della famiglia.

Sandy Casey, 35 anni, da Redondo Beach, California. Originaria del Vermont, era un’insegnante specializzata ed era in procinto di sposarsi: era al concerto col fidanzato e un amico.

Rhonda LeRocque, 42 anni, da Tewksbury, Massachusetts. Moglie di un pastore e impiegata, era al concerto col marito, il suocero e la figlia di 6 anni.

Jennifer Topaz Irvine, 42 anni, da San Diego. Aveva uno studio legale nella sua città d’origine.

Jenny Parks, 30 anni, dalla California. Era un’insegnante presso la Westside Union School District in Southern California. Era al concerto col marito che è rimasto ferito.

Susan Smith, 53 anni, da Simi Valley, California. Era la segretaria della scuola elementare Vista Elementary School: era una grande appassionata di musica country.

Neysa Tonks, 46 anni, da Las Vegas. Lavorava alla Technologent, compagnia tecnologia di Irvine, California: lascia tre figli.

John Phippen, 57 anni, da Valencia, California. Padre di 4 figli e già nonno, era al concerto col figlio Travis, medico, che, ferito, ha cercato lo stesso di salvare il padre prestandogli soccorso.

Dana Gardner, 52 anni, da San Bernardino, California. Era un’impiegata della contea di San Bernardino da 26 anni.

Carrie Barnette, 34 anni, da Anaheim, California. Lavorava a Disneyland da meno di un anno: è stata colpita al petto.

Chris Roybal, 28 anni, da Corona, California. Ex soldato, era un veterano che aveva servito in Afghanistan.

Thomas Day Jr., 54 anni, da Riverside, California. Imprenditore edile e appassionato di country, era al concerto con i suoi 4 figli, di età compresa tra i 20 e i 30 anni.

Hannah Ahlers, 35 anni, da Murrieta, California. Madre di 3 figli, è stata colpita alla testa dal killer.