Usa-Corea del Nord, Trump ammette che la guerra è possibile

La guerra tra Usa e Corea del Nord è possibile, parola di Donald Trump: «C’è la possibilità che si arrivi a un enorme, enorme conflitto con la Corea del Nord. Certo che c’è». Ma spera ancora nella diplomazia per evitare la guerra con il regime di Pyongyang

Pubblicato da Francesco Minardi Venerdì 28 aprile 2017

Usa-Corea del Nord, Trump ammette che la guerra è possibile

La guerra tra Usa e Corea del Nord è possibile, parola di Donald Trump. Il presidente degli Stati Uniti, in una lunga intervista a Reuters, ha avvertito che il conflitto contro il regime di Pyongyang è un’ipotesi concreta, anche se vorrebbe che si risolvesse tutto con la diplomazia. Trump ha anche gelato gli alleati storici della Corea del Sud, avvertendoli che se vogliono il sistema anti-missile all’avanguardia americano per difendere Seul devono pagarlo loro.
Trump, nei suoi primi cento giorni alla Casa Bianca, avverte: «C’è la possibilità che si arrivi a un enorme, enorme conflitto con la Corea del Nord. Certo che c’è». Del resto la flotta americana si è già da tempo avvicinata alla penisola coreana. Assicura però che spera di «risolvere le cose per via diplomatica, anche se è molto complicato». La speranza è rivolta al presidente cinese Xi Jinping («un uomo buono, che ho potuto conoscere bene: ama la Cina e il popolo cinese»), alleato e stampella economica del dittatore nordcoreano Kim Jong-un: «So che vorrebbe fare qualcosa, forse è possibile che non possa farlo. Ma sta facendo tutto ciò che è in suo potere». La Cina, ad esempio, pare pronta a imporre sanzioni economiche alla Corea del Nord in caso di nuovi test nucleari. L’economia nordcoreana dipende dagli aiuti cinesi.

Trump si è inoltre mostrato quasi comprensivo nei confronti del dittatore nordcoreano: «Ha 27 anni, suo padre muore, lui prende le redini del regime. Dite quel che volete, ma non è semplice, specie a quell’età. Non lo dico per dargli credito, spero che si dimostri razionale».

E la Corea del Sud? Gli alleati degli Usa, se vogliono usufruire della difesa anti-missile, devono pagare: «Ho informato la Corea del Sud che sarebbe appropriato che pagassero per quel sistema. È fenomenale, abbatte i missili mentre sono in cielo». Il costo, pari a circa un miliardo di dollari, è troppo alto per la Corea del Sud che, secondo indiscrezioni, non avrebbe intenzione di pagare. Il problema è che, in caso di guerra tra Nord Corea e Stati Uniti, la capitale Seul (e non solo) potrebbe essere rasa al suolo dall’arsenale di Kim.