Whistleblowing

Il termine whistleblowing, letteralmente "soffiare nel fischietto", indica quel fenomeno che porta le persone a denunciare le violazioni di una legge di cui viene a conoscenza. La pratica si riferisce soprattutto a quei lavoratori che denunciano illeciti commessi dai dirigenti dell'azienda in cui lavorano e potrebbe diventare un utile strumento di contrasto alla corruzione.
Per favorire e incentivare tale pratica è, però, necessario garantire tutele al lavoratore che potrebbe facilmente incorrere in ritorsioni da parte del datore di lavoro.
All'estero, soprattutto nei paesi angolsassoni, le tutele sono decisamente importanti e arrivano addirittura a riconoscere un premio per i denuncianti. Qual è, invece, la situazione in Italia, dove la corruzione risulta decisamente maggiore che altrove?

Approfondimento a cura dell'Avv. Cristiano Cominotto

Pagina 1 di 1