Pensioni anticipate

Per pensioni anticipate si intende la possibilità per i lavoratori di accedere all'assegno pensionistico anche se non in possesso dei requisiti standard. Le pensioni anticipate sono state inserite nella riforma delle pensioni 2017 che modifica parte della Legge Fornero, e stabilisce nuovi criteri per permettere ai lavoratori di sfruttare dei benefici, se rientrano in alcune categorie particolari e in base a determinati requisiti. Ad esempio per le lavoratrici c'è la possibilità di chiedere la pensione anticipata scegliendo l'opzione donna, i lavoratori in stato di bisogno - ad esempio perché disoccupati, invalidi, caregiver o addetti a lavori usuranti e gravosi, possono avvalersi dell'Ape Social per andare in pensione a 63 anni, oppure, in caso di lavoratori precoci, questi possono chiedere le pensioni precoci Quota 41, destinate, appunto, ai lavoratori che hanno cominciato la carriera prima della maggiore età e che hanno 41 anni di contributi previdenziali versati correttamente. Infine tra le opzioni per accedere alle pensioni anticipate c'è l'Ape Volontaria, ossia l'anticipo pensionistico che il lavoratore sceglie di concordare in azienda, e che non è a carico dello Stato, cioè non è un 'sussidio', ma un 'prestito' di denaro che poi il lavoratore è chiamato a restituire a determinate condizioni.