Il Decreto Crescita è legge: tutte le principali novità

Pubblicato da Redazione NanoPress Giovedì 27 giugno 2019

Il Decreto Crescita è legge: tutte le principali novità
Pixabay

Il Decreto Crescita riceve l’approvazione anche in Senato e diventa legge, con 158 sì, 104 no e 15 astenuti. Il Decreto contiene una serie di novità, in particolare agevolazioni per gli imprenditori, ecoincentivi e la riapertura dei termini per fare pace col Fisco. Vediamo in breve le principali novità del Decreto Crescita.

AFFITTI BREVI: nuove norme per gli affitti brevi. Per chi evade multe da 500 a 5.000 euro.

BANCHE 1: sconti e incentivi per le banche che decideranno di operare aggregazioni. Previsto un credito fiscale fino a un massimo di 500 milioni.

BANCHE 2: la garanzia sui bond Carige è prorogata fino al 31 dicembre 2019.

BANCHE 3: corsia preferenziale per i rimborsi sotto i 50mila euro.

CONDONO FISCALE: c’è tempo fino al 31 luglio per la rottamazione ter delle cartelle esattoriali pagando in unica soluzione. Chi volesse pagare a rate potrà farlo fino al 30 novembre in 17 rate. Si riapre anche il saldo e stralcio. Qui i dettagli.

ECOINCENTIVI: l’ecoincentivo per veicoli elettrici e ibridi si applica anche a ciclomotori, motorini e minicar. Rottamazione possibile anche per mezzi di familiari conviventi e motorini ritargati.

FISCO: il Decreto Crescita ingloba l’intera proposta di legge sulla semplificazione fiscale.

INAIL: taglio da 600 milioni alle tariffe Inail dal 2023.

IMU: Imu sui capannoni deducibile al 100% dal 2023.

PENSIONATI: flat tax al 7% per 9 anni per i pensionati italiani che dopo un periodo di residenza all’estero decidano di trasferirsi al Sud. Qui i dettagli.

SALVA-COMUNI: lo Stato acquisisce parte del debito di Roma. Previsto poi un fondo per i comuni in dissesto. Stabiliti aiuti per Alessandria, Campobasso e Catania.

SCIVOLO AZIENDALE: le imprese con più di 1.000 dipendenti potranno licenziare i dipendenti che abbiano già maturato il diritto alla pensione di vecchiaia e che rispondano a determinati parametri, dando uno scivolo fino a 5 anni per l’uscita. In cambio dovranno assumere.

SCONTRINI: chi paga con carte e bancomat potrà partecipare alla “lotteria degli scontrini”.

SCUOLE: previsti sconti pari ad 1 anno sui contributi a chi doni almeno 10.000 euro per ammodernare un laboratorio scolastico.

SEXY SHOP: anche i sexy shop aperti in comuni sotto i 20.000 abitanti rientrano nelle attività che possono beneficiare di agevolazioni.

SPORTIVI: tasse sul 50% del reddito per gli sportivi professionisti.

TASSA DI SOGGIORNO: i comuni incroceranno i dati sulle tasse di soggiorno con i dati forniti dagli albergatori alle forze di pubblica sicurezza.