Pensioni d’oro: in arrivo tagli del 5% per oltre 30mila italiani

'Le cosiddette pensioni d'oro sono un altro esempio di ingiustificato privilegio che va contrastato', ha dichiarato il neo premier Conte nel suo intervento al Senato.

da , il

    Pensioni d’oro: in arrivo tagli del 5% per oltre 30mila italiani

    In arrivo importanti novità sul tema pensioni d’oro: dal programma del nuovo governo, appena insediatosi a Montecitorio, spunta un’operazione che dovrebbe interessare circa 30mila pensionati. In estrema sintesi, gli italiani coinvolti dovrebbero subire una penalizzazione sull’importo della pensione che in media si aggirerà intorno al 5-6%, nel contempo per lo Stato il risparmio sarebbe pari a 115 milioni di euro.

    La volontà di dare un taglio netto alle pensioni d’oro è stata anche già confermata dallo stesso neo-presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel corso del suo intervento al Senato. Per il neo Premier non sono giustificate dai contributi versati. ‘Le cosiddette pensioni d’oro sono un altro esempio di ingiustificato privilegio che va contrastato. Interverremo sugli assegni superiori ai 5.000 euro netti mensili, nella parte non coperta dai contributi versati’, ha dichiarato Conte.

    ‘Se i comuni cittadini affrontano quotidianamente mille difficoltà e umiliazioni perché non hanno un lavoro, hanno una pensione al di sotto della soglia della dignità, lavorano guadagnando un salario irrisorio, non è tollerabile che la classe politica non ne tragga le dovute conseguenze in ordine al proprio trattamento economico. È una questione che deve interessare tutti, perché, diversamente, si rompe il patto di fiducia dei cittadini nei confronti delle proprie istituzioni’, ha concluso Conte.