Sconti RC auto obbligatori in arrivo dal 10 luglio: ecco chi può beneficiarne

E' previsto uno sconto particolare per coloro che vivono nelle province ad alto rischio di sinistri e non sono rimasti coinvolti in incidenti negli ultimi 4 anni.

da , il

    Sconti RC auto obbligatori in arrivo dal 10 luglio: ecco chi può beneficiarne

    In anni di cronici rincari è in arrivo una lieta notizia: dalla prossima estate saranno obbligatori gli sconti sull’Rc auto. L’inattesa novità è inclusa nel regolamento Ivass, pubblicato lo scorso 10 aprile in Gazzetta Ufficiale. Come previsto dalla legge entrerà in vigore entro 90 giorni dalla pubblicazione, ovvero a partire dal 10 luglio. Chi potrà beneficiare dei nuovi sconti sulle assicurazioni auto? Vediamolo insieme.

    Per poter ottenere gli sconti sull’RC che entreranno in vigore dal prossimo luglio, sarà necessario accettare una delle tre seguenti condizioni:

    • Fare controllare preventivamente il proprio veicolo a spese della compagnia;
    • Installare sulla propria auto una scatola nera anti-frode che tiene monitorata la guida dell’automobilista tramite Gps come velocità e frenata in caso di incidente.
    • Installare un dispositivo per l’alcol test che impedisce l’avvio del motore in caso di esito positivo.

    Lo sconto offerto dalle compagnie assicurative sarà applicato sul premio di tariffa al netto delle imposte e del contributo al Servizio Sanitario Nazionale. Le assicurazioni non potranno in alcun caso addebitare al cliente i costi di installazione dei vari dispositivi.

    Lo sconto per gli automobilisti ‘virtuosi’

    Infine esiste un ulteriore sconto per gli assicurati definitivi ‘virtuosi’: è previsto nelle province ad alto rischio di sinistri ed è riservato a coloro che non siano rimasti coinvolti in incidenti con responsabilità esclusiva, principale o paritaria negli ultimi 4 anni. La lista delle province col ‘bollino rosso’, che viene aggiornata ogni due anni, attualmente comprende: Bari, Barletta, Benevento, ma anche province del nord o centro come Genova e Bologna e molte della Toscana, come Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Livorno e Firenze.